Home > Musica > “La mia musica”: il nuovo album di Angelica

“La mia musica”: il nuovo album di Angelica

lunedì 14 marzo 2011, di Felicia Liguori


“La mia musica”: dieci brani scritti da Angelica Borrelli, in arte Angelica, e suo fratello Lino, racchiusi in un disco, che esprimono tutto il mondo di questa giovane cantante napoletana che ha già conquistato il cuore di tanti fan. L’album, uscito il 24 febbraio scorso, è stato diretto da Peppe Migliaccio, che suona anche il basso, accompagnato da Carmine Napolitano, alla batteria, Claudio Romano, alla chitarra, Rocco Di Maiolo, al sax, e Alessandro, Elena e Rosa, al coro.

Una vita, quella di Angelica, tutta dedicata alla musica, da quando ad appena sei anni comincia a prendere lezioni di pianoforte e a scrivere i primi pezzi musicali. Amore, amicizia, gioie, paure, ansie, i testi racchiudono i sentimenti più profondi, più intimi e fanno conoscere il suo carattere dolce, timido e sensibile. E poi la canzone più sentita, quella dedicata alla sua bambina Alessia, "La voce del mio cuore", primo disco uscito ad aprile 2010.

Angelica, come tanti giovani artisti, comincia il difficile percorso verso il successo da piccola, partecipando a diversi concorsi canori, ma anche a feste di piazza, eventi teatrali, in una realtà, quella della provincia napoletana, dove non è sempre semplice emergere. Ma il sogno, quello di arrivare al teatro italiano tanto amato dai cantanti, l’Ariston di Sanremo, e di farsi conoscere in tutto il mondo, dà la carica giusta per continuare a cantare e a non arrendersi mai.

Angelica si esibirà in un concerto il 26 maggio prossimo, alle 20.00, al teatro Roma di Portici: un’occasione per conoscere “la voce del cuore” di questa giovane cantautrice che ha già riscosso enorme successo e apprezzamenti dalle tante persone che la conoscono e l’ascoltano.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.