Home > Attualità > Pollena Trocchia celebra con le scuole il 150esimo anniversario (...)

Pollena Trocchia celebra con le scuole il 150esimo anniversario dell’Unità

La città di Pollena Trocchia celebra il 150esimo anniversario dell’Unità d’Italia coinvolgendo in prima persona i cittadini di domani: gli alunni delle scuole elementari e medie.

martedì 15 marzo 2011


COMUNE DI POLLENA TROCCHIA - Comunicato stampa - L’Italia secondo i cittadini di domani

Saranno infatti i ragazzi i protagonisti delle iniziative in programma per domattina quando, a partire dalle ore 10, un corteo si snoderà per le vie
cittadine a partire da piazza Amodio dove verranno esposte bandiere
tricolore per l’occasione.

Intorno alle 11 in piazza Donizetti il gruppo musicale della Scuola Media “Raffaele Viviani” suonerà l’inno d’Italia per accompagnare il coro delle classi V del circolo didattico elementare.

Dopo la solenne cerimonia dell’alzabandiera, verranno premiati i vincitori dei concorsi indetti nelle scuole cittadine: il miglior disegno sulle bellezze naturali d’Italia e il miglior tema sulle vicende che hanno portato all’Unità del nostro Paese.

Seguiranno le conclusioni affidate al sindaco Francesco Pinto e ai dirigenti
scolastici. “In una giornata così importante non potevamo non
coinvolgere, per primi, gli alunni delle nostre scuole perché la nuova
generazione è la classe dirigente di domani alla quale vanno trasmessi
i valori di appartenenza alla patria”, ha detto il primo cittadino.

“In collaborazione con le scuole, è stato fatto un lavoro di
preparazione che potesse far capire ai ragazzi i processi storici che
hanno portato all’Unità, lo stesso lavoro – ha spiegato ancora il
sindaco – che partirà da questa settimana, e durerà fino al 4 maggio,
in vista del Bicentenario della nascita del Comune di Pollena
Trocchia”.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.