Home > Attualità > L’ITALIA DI PANE CON TRICOLORE DI RUCOLA, MOZZARELLA E POMODORINI DEL (...)

L’ITALIA DI PANE CON TRICOLORE DI RUCOLA, MOZZARELLA E POMODORINI DEL PIENNOLO PER FESTEGGIARE I 150 ANNI DELL’UNITA’

Sull’Italia di pane, oltre alla bandierina del nostro Paese, è stata esposta anche quella del Giappone, un segno di solidarietà voluto dai bambini nei confronti della popolazione colpita dallo tzunami.

giovedì 17 marzo 2011


COMUNICATO STAMPA

SAN SEBASTIANO AL VESUVIO. Rucola, mozzarella e pomodorini del piennolo per l’Italia di pane realizzata dai maestri d’Arte bianca dell’Unipan.

San Sebastiano al Vesuvio festeggia coi 500 bambini delle scuole cittadine l’Unità d’Italia e, in collaborazione con l’Unione panificatori, esalta i prodotti della terra e la tradizione del Sud attraverso una meravigliosa riproduzione dello Stivale fatta di pane, “colorata” con il verde della rucola, il bianco della mozzarella e il rosso dei pomodorini del piennolo.

Un tricolore tutto da gustare, quindi, in una giornata che ha visto non solo l’amministrazione comunale e le scuole, ma anche tanti comuni cittadini riunirsi nell’istituto “Raffaele Capasso” per celebrare il 150esimo anniversario dell’Unità d’Italia.

“E’ stato un momento meraviglioso – ha detto il presidente dell’Unipan Campania, Domenico Filosa, promotore dell’iniziativa – Abbiamo inteso realizzare l’Italia di pane per dare un significato vero a questa ricorrenza, esaltando la laboriosità della nostra terra e quindi utilizzando non solo i prodotti principe dell’arte culinaria campana, ovvero il pane la mozzarella, ma anche i frutti delle terre del Vesuvio, come i pomodorini del piennolo”.

Sull’Italia di pane, oltre alla bandierina del nostro Paese, è stata esposta anche quella del Giappone, un segno di solidarietà voluto dai bambini nei confronti della popolazione colpita dallo tzunami.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.