Home > Cultura > Partono le "Giornate di Primavera" del Fai con i comuni vesuviani (...)

Partono le "Giornate di Primavera" del Fai con i comuni vesuviani protagonisti

venerdì 25 marzo 2011


Ottaviano, Pollena, Sant’Anastasia e Somma Vesuviana sono pronte a mostrare le loro bellezze nel prossimo fine settimana. Il FAI, Fondo Ambiente Italiano, nelle sue “Giornate di Primavera” aprirà, il prossimo 26 e 27 marzo, le porte al pubblico di 660 i luoghi in tutta Italia tra chiese, musei, antiche ville e straordinari beni naturali. . In questa XIX edizione tra i luoghi della provincia di Napoli che è possibile visitare spicca Villa Rosebery a Posillipo, residenza napoletana del Presidente della Repubblica, ma anche le quinte del Teatro San Carlo, le Catacombe di San Gennaro, le Chiese di San Giovanni a Carbonara e di Santa Maria Regina Coeli, la Baia di Ieranto a Massa Lubrense. Meno conosciuti dal grande pubblico, ma pur sempre di gran pregio e importantissimi per la nostra storia, sono i siti che saranno visitabili in quattro paesi che sorgono presso il suggestivo Monte Somma. Ottaviano, Pollena, Sant’Anastasia e Somma Vesuviana sono pronte a mostrare le loro bellezze. In particolare potranno essere ammirati, naturalmente offrendo un contributo a scelta che servirà al FAI per il restauro di altri beni, la cosiddetta villa "augustea" a Somma Vesuviana, il Castello Mediceo di Ottaviano, il museo degli Ex voto del Santuario della Madonna dell’Arco a Sant’Anastasia e, a Pollena, il centro storico, Palazzo Pistolese, la lapide di Donizetti, villa Caracciolo, villa Gala Trinchera, villa Ruoppolo e il sito archeologico da poco portato alla luce. Ad accompagnare i visitatori ci saranno tanti volontari che li guideranno alla scoperta di questi posti. «Abbiamo deciso di collaborare con il FAI per rendere fruibili al pubblico i nostri luoghi – ha spiegato il Presidente della Pro Loco di Somma Vesuviana Franco Mosca, in rappresentanza dei quattro Comuni – L’obiettivo è quello di allargare i confini comunali e raccontare la storia che ci accomuna. Perché farci concorrenza o lavorare separati se possiamo fare molto di più insieme? Si è deciso di aprire questi luoghi poiché, dopo un primo contatto con il FAI, avvenuto grazie ad un censimento sui luoghi del cuore in cui noi abbiamo indicato il Monte Somma come nostra bellezza che ha ottenuto poi un notevole successo, la fondazione ha ricontattato me, Melania Busiello della Pro Loco di Sant’Anastasia e Franco Piemonte della Pro Loco di Pollena proponendoci di far visitare questi luoghi in occasione delle Giornate di Primavera”.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.