Home > Sport > La PAV Gioia Volla vince ancora, Di Meglio Salerno out!

La PAV Gioia Volla vince ancora, Di Meglio Salerno out!

Bello spettacolo offerto da entrambe le squadre, limitato ai pochi addetti ai lavori, perché la gara è giocata ancora nel silenzio delle porte chiuse, è l’ultima gara casalinga di quest’anno della Pav Gioia Volla, gli accompagnatori del Salerno sono stati costretti ad aspettare fuori, per le conseguenze di una triste pagina di non sport.

lunedì 28 marzo 2011, di Mauro Romano


CAMPIONATO REGIONALE DI PALLAVOLO SERIE "D" MASCHILE, a cura di Concetta Anacleria.

La formazione che scende in campo è composta da Riccio - Borrelli a formare la diagonale palleggiatore opposto, Di Costanzo - Carbone al centro, Salvatore - Petrone di banda e Vannelli libero, è quella che mister Caserta schiera per il Volla.

Il Salerno si presenta con Baccaro - Spirito, Laurenzi - Salerno, Belvedere - Donnarumma, e Rizzo libero, il Salerno è motivato e ben agguerrito, una formazione composta tutta da giovanissimi il solo capitano Salerno è classe 92, mentre tutti gli altri sono classe 93, 95 e 96, si aggiunga che fisicamente l’altezza media è molto alta, insomma gioventù, altezza ed una buona guida tecnica con mister Panzini, fanno un bel mix di spensierata, arrembante euforia che mette in evidenza i grandi mezzi di questa giovane squadra, che non parte benissimo.

Il Volla si porta avanti 7-2, ma nel primo set sia in battuta che da posto 2 soprattutto Spirito e con Belvedere da posto 4, mettono in crisi ricezione e difesa del Volla, che ha nel solo Borrelli l’unico terminale d’attacco valido dove Riccio si rifugia, con Salvatore e Petrone che hanno le polveri bagnate, Carbone un po’ incerto e Di Costanzo discontinuo, il vantaggio iniziale viene recuperato dagli ospiti e si va punto a punto, c’è un break di tre punti del Salerno, poi di nuovo parità a 19, in un finale di set, dove c’è il tempo di registrare l’ingresso di Valva nelle fila del Volla per un pio di punti, si vede emergere nello sprint finale Spirtito ben servito da Baccaro e da Laurenzi e Salerno al centro molto efficaci, che capitalizzano il set in loro favore.

Rinfrancati dalla buona prova del primo set i ragazzi salernitani rientrano
in campo con lo stesso spirito del primo, il Volla d’altra parte reagisce
allo schiaffo ricevuto con la perdita del primo set cominciando a ricevere
e difendere meglio, si esalta particolarmente Petrone nel fondamentale,
mentre Vannelli comincia a ricevere con più continuità permettendo a
Riccio di variare di più, dall’altra parte non stanno certo a guardare
continua Spirito a fare la voce grossa, ma sia Di Costanzo che Carbone
ogni tanto gli fanno vedere le mani a muro e mal che vada, se supera il
muro la difesa non si fa cogliere impreparata, con Petrone, Vannelli e
Salvatore che non si risparmiano; mister Panzini cambia Laurenzi con
Totaro che resterà in campo per tutto il resto del match e nelle fasi
calde della gara prova con i tempi discrezionali a dare indicazioni ai
suoi, che però proprio nella fase finale del set commettono due grosse
ingenuità con una battuta sbagliata e una palla piazzata non difesa che consegna il set ai padroni di casa.

Il terzo set è un monologo del Volla, Spirito si spegne e con lui anche
Donnarumma che lascia il posto a Stanzione, il set vede subito il Volla
andare largamente in vantaggio, ai ragazzi di mister Caserta basta gestire il vantaggio accumulato, acquisendo tranquillamente il set.
Il quarto set torna ad essere più vivace, mister Caserta conferma il
sestetto titolare per il Volla , anche il Salerno ripropone Donnarumma
titolare, l’equilibrio iniziale si spezza a metà set con il Volla che si
porta avanti tre lunghezze continuando a difendere bene e a murare ancora meglio, tanto da chiudere la pratica proprio con il fondamentale del muro che risulta determinante per la conquista del set e della gara.

Un bello spettacolo offerto da entrambe le squadre, limitato ai pochi
addetti ai lavori, perché la gara è giocata ancora nel silenzio delle
porte chiuse, è l’ultima gara casalinga di quest’anno della Pav Gioia
Volla, gli accompagnatori del Salerno sono stati costretti ad aspettare
fuori, dove in una triste pagina di non sport, uomini di cattiva volontà,
in una serata di follia, li hanno relegati, quelli di buona volontà
pensano a giocare, perchè questi sono ragazzi e vanno aiutati a diventare Uomini, avendo il coraggio di riconoscere errori, quando si commettono e di pagarne le conseguenze, di essere leali, di metterci il nome e la faccia quando compiono gesti e fanno affermazioni, noi proviamo ad insegnarlo, con l’esempio e questa è la Vittoria più grande a cui vogliamo giungere, insieme ai risultati sportivi, che un episodio non deve far passare in secondo piano, andiamo ai play off e ce li giochiamo, lasciamo che il campo, solo quello parli ancora.

PAV GIOIA VOLLA – DI MEGLIO PALLAVOLO SALERNO 3-1 (22-25, 26-24, 25-15, 25-18)

Autore/Fonte: Concetta Anacleria

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.