Home > Politica > Poggiomarino. Al via le totocandidature, il Pdl punta su Vastola

Poggiomarino. Al via le totocandidature, il Pdl punta su Vastola

mercoledì 30 marzo 2011, di Giovanna Salvati


Poggiomarino. Al via le totocandidature per la poltrona del palazzo municipale. Elezioni alle porte e dopo l’ufficialità della candidatura dell’ex primo cittadino Vincenzo Vastola per il Pdl arrivata ieri direttamente dai vertici regionali, ecco i nomi degli altri aspiranti in corsa per il tricolore. Un carosello di nomi che s’infittisce ogni giorno di più e che senza dubbio sino alla presentazione delle liste, potrà subire continui cambiamenti. Al vertice della coalizione di centro capeggia il nome di Andrea Forno. Non nuovo agli scenari politici Forno fu già vicesindaco nella giunta capitanata da Roberto Raffaele Giugliano. Per quanto riguarda il Partito Democratico forti possibilità insistono sul nome di Leo Annunziata. Quest’ultimo,candidato già nel 2007, sfiorò il ballottaggio per pochissimi voti. Ed infine l’ultimo papabile risulta essere un altro nome noto alla cronaca politica: Carmelo De Rosa. Presidente del Consiglio con l’esecutivo proprio di Vastola, De Rosa potrebbe presentarsi con due liste civiche e ritornare cosi nuovamente sulla scena politica. “ Se i nomi rimarranno questi non posso che augurare il mio in bocca al lupo – spiega il candidato del Pdl Vincenzo Vastola – faccio i miei auguri a tutti. Ma forse prima di tutto vorrei sottolineare l’importanza di una cittadina, che senza nulla togliere ai commissari, merita un sindaco, merita di essere amministrata e governata al meglio”. Insomma giorni caldi in attesa delle ufficialità che potrebbero confermare o in caso contrario ribaltare l’intero carosello dei papabili al trono, dove ora, in netto vantaggio sfila il nome di Vastola unico nome certo.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.