Home > Appuntamenti > "La Casa di Pat" affronta le dipendenze patologiche

"La Casa di Pat" affronta le dipendenze patologiche

giovedì 29 novembre 2007, di Mina Spadaro


BRUSCIANO. L’Associazione “La Casa di Pat”, nell’ambito delle attività di promozione del CSV, Centro Servizi per il Volontariato di Napoli, in partenariato con l’ASL Napoli 4 ed in collaborazione dell’Istituto Europeo di Scienze Umane e Sociali, IESUS, organizza un convegno sulle “Dipendenze Patologiche”. L’incontro è previsto per venerdì 30 dalle ore 17.30 presso il Centro Polivalente Culturale in via San Francesco dove un folto gruppo di operatori del mondo dell’associazionismo e di rappresentanti istituzionali si riunirà per discutere, confrontarsi ed insieme proporre nuove iniziative ed interventi per prevenire ed arginare il diffondersi delle dipendenze patologiche. I lavori saranno introdotti da Maria Elena Bencivenga, psicologa del Centro Maben e continuati con gli interventi di Francesco Cassese, medico, responsabile U.O.C. Ser.T di Pomigliano D’Arco; Giovanna Petrella, sociologa, responsabile della Comunità “La Locanda del Gigante” di Acerra; Rosa Giannino, psicologa e psicoterapeuta; Domenico Maggi, psicologo ed esperto nelle dipendenze. “Questo convegno – sottolinea Chiara Sena, presidente dell’Associazione “La Casa di Pat” – segna una tappa fondamentale nella crescita dell’associazionismo locale rafforzato da nuove competenze, rapporti e conoscenze scientifiche a favore della soluzione delle problematiche sociali affrontate”. I dati ricavati dalla conoscenza di esperienze, risultati positivi e difficoltà riscontrate nell’agire sociale degli operatori “verranno messi al servizio di un più adeguato intervento locale, a sostegno dell’opera quotidiana della nascente rete di associazioni, enti, operatori e volontari di Brusciano” fa sapere il moderatore dell’incontro, il giornalista e sociologo Antonio Castaldo. Il maestro Rocco Di Maiolo, presidente dell’Associazione “Accademia della Musica” offrirà un contributo musicale intitolato “Note di Speranza”. Un grazie va al Comune di Brusciano, retto dal Commissario Prefettizio Giovanni Ricatti, che ha concesso il patrocinio morale per l’alto valore sociale dell’iniziativa.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.