Home > Cronaca > Terzigno. Padre Michele "Dalla paura al riscatto.Basta violenza in (...)

Terzigno. Padre Michele "Dalla paura al riscatto.Basta violenza in città"

sabato 9 aprile 2011, di Giovanna Salvati


Terzigno. “Non si può solo pregare e affidarsi alla fede e alla speranza ma oggi più che mai intervenire e subito”. Sono le parole di Padre Michele Fusco, della Chiesa di San Giovanni Battista di Striano che sull’escaletion di violenza e criminalità si dice non solo preoccupato ma soprattutto carico di iniziativa per lanciare un messaggio di solidarietà e riscatto. “ Leggere ed assistere a determinate episodi fa davvero mortificare tutti – spiega Padre Michele – perché l’immagine di una cittadina viene finalizzata solo a quello. E’ vero i casi di violenza ci sono ed il campanello d’allarme è assai forte ma da questi episodi bisogna cercare di sensibilizzare ed educare ai principi sani di legalità, ambiente, amicizia, religiosità e civile convivenza che ormai finiscono sempre più nel cassetto del dimenticatoio”. “In qualità di parroco l’impegno – incalza Padre Michele - può essere nell’intento di creare insieme degli spazi vivibili, ma soprattutto sarà quello di per poter togliere tanti ragazzi e giovani dalle devianze della strada, che spesso regala soltanto disillusioni, ma soprattutto criminalità e droga, il tutto generato forse a volte solo da cattivi esempi che non fanno altro ch rafforzare sistemi e meccanismi di illegalità” . “La chiesa – conclude il parroco - non deve rappresentare soltanto un luogo sacro dove incontrarsi la domenica, ma un posto dove ci sia socializzazione, allegria e momenti di riflessione, e dove persino redimersi. Se nella società non ci sono luoghi sani che offrono opportunità di crescita incontaminata, la chiesa può iniziare a dare un occasione di incontro, dove le istituzioni locali possono abbandonare i coloro politici e cercare insieme ai cittadini, alle associazione, ai religiosi, un’idea per colorare la cittadina di serenità e sano senso di convivenza civile che abbandoni le illegalità e il mostro della criminalità”. Parole che potrebbero aprire uno spiraglio di salvezza come don Bosco professava “dovunque possono nascere fiori sull’asfalto”.

Dal Metropolis del 9 Aprile 2011

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.