Home > Attualità > Il fatto > Elezioni, le liste di Cicciano, Camposano, Massa di Somma, Castello di (...)

Elezioni, le liste di Cicciano, Camposano, Massa di Somma, Castello di Cisterna e S.Sebastiano al Vesuvio

domenica 17 aprile 2011, di Nicoletta Romano


Ufficializzate le liste, prende il via l’estenuante caccia al voto. I politici di Castello di Cisterna si sono presentati alla città con tre liste civiche. Il vicesindaco in carica, Clemente Sorrentino, si colloca tra gli aspiranti primi cittadini candidandosi a capo della lista civica “Insieme per Cisterna”. A questa coalizione, che i militanti definiscono ‘moderata’, si sono contrapposte due fazioni ben schierate. La prima è la civica “Cisterna futura”, del candidato sindaco Nicola Caccia. Nella coalizione di Caccia sono entrati l’Udc, Federazione della Sinistra, Sinistra e Libertà e una parte di Italia dei Valori. A rivendicare la presenza in lista di un candidato dell’Udc, è anche la civica “Nuova Città”, guidata dall’aspirante sindaco Domenico Esposito Alaia. Quest’ultima coalizione, che gravita nell’orbita di destra, nello specifico nel Popolo della Libertà, è la più ricca in termini di presenze rosa tra i candidati alla carica di consigliere comunale. Il Pd invece ha candidato un proprio esponente nella lista civica che fa capo a Sorrentino. Anche a Cicciano gli aspiranti sindaci sono tre, parliamo di: Francescantonio Galasso già presidente del consiglio comunale e assessore nella precedente amministrazione, Raffaele Arvonio e Antonio Bifulco. Stessa situazione a Camposanto, dove a concorrere per la poltrona di primo cittadino ci saranno Giuseppe Barbati, Lucio Barbato e Pasquale Quadrano. Tre candidati leader anche per San Sebastiano al Vesuvio: si ripropone il sindaco uscente Pino Capasso con la lista civica “Uniti per San Sebastiano”, parte del centro sinistra appoggia invece Natale Di Bernardini, che correrà con la lista Federazione della Sinistra e Rino Manzo per la lista “Popolo di San Sebastiano”. Solo due, invece, sono i candidati sindaci a Massa di Somma. Il primo cittadino uscente, Antonio Zeno, dovrà competere con Giulio Vicedomini, che correrà a capo della civica “Rinnoviamo Massa”. “Sono orgoglioso di ripresentarmi di nuovo alla città dopo aver realizzato l’80 % del mio programma elettorale e dopo aver portato a termine la realizzazione di 32 opere pubbliche – ha dichiarato Zeno – tra le opere maggiori che abbiamo realizzato c’è la villa comunale con il teatro. Ora puntiamo sulla realizzazione di una cittadella scolastica, prevista dove ora si trova il Municipio, e speriamo di trasferire i locali comunali nello stabile dell’istituto ‘Sabin’, il tutto da realizzare con dei finanziamenti che abbiamo ottenuto dal Ministero dell’Interno”. “Non ha mai ricoperto ruoli o funzioni di amministrazione diretta del Comune di Massa di Somma essendo sempre rimasto capogruppo di liste di opposizione – ha dichiarato, invece, l’aspirante sindaco Vicedomini – nella mia lista risultano confluite forze politiche di ispirazione di centro-destra, nonché esponenti di cultura ed ispirazione di cen-tro-sinistra, oltre ad esponenti della società civile ed imprenditoriale locale”. A partire da oggi tutti gli aspiranti amministratori saranno impegnati in una caccia al consenso che durerà fino a due giorni dalle elezioni. Le battaglie, che si svolgeranno a colpi di dichiarazioni alla stampa ed a colpi di manifesti, si concluderanno con la chiamata alle urne prevista per i prossimi 15 e 16 di maggio.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.