Home > Appuntamenti > Festa di Liberazione a Somma ricordato il soldato partigiano Ferdinando (...)

Festa di Liberazione a Somma ricordato il soldato partigiano Ferdinando Aliperta

mercoledì 20 aprile 2011


Somma Vesuviana. Lunedì 25 aprile 2011 ricorre il 66esimo anniversario della Liberazione d’Italia dall’occupazione dall’esercito tedesco e dal governo fascista avuta luogo nel 1945. L’amministrazione comunale invita tutti i cittadini a festeggiare quest’importante ricorrenza partecipando ai tradizionali appuntamenti:
» ore 10:15 – Deposizione di una corona in Piazzetta San Domenico presso la lapide che ricorda le vittime civili della Seconda Guerra Mondiale;
» ore 10:45 – Corteo con partenza dalla Chiesa di San Domenico e deposizione di una corona presso il Monumento che ricorda i Caduti delle due Guerre Mondiali in Piazza Vittorio Emanuele III.
Quest’anno l’Archivio Storico Cittadino ha voluto commemorare il soldato partigiano Ferdinando Aliperta pubblicando la sua foto sul manifesto celebrativo. Aliperta Ferdinando di Costantino e Ferriero Maria nasce a Somma Vesuviana il 24 ottobre 1919. Il 20 giugno 1944 aderisce alla 176^ Brigata Garibaldi della Seconda Divisione Valle d’Aosta e il 20 agosto 1944 è arruolato nel Corpo Volontari della Libertà. L’Archivio dell’istituto storico della Resistenza e della società contemporanea in Valle d’Aosta lo colloca al 71°posto nell’elenco dei Capi Nucleo della Forza Combattente. I suoi comandanti diretti e superiori hanno sempre attestato che il Capo Nucleo Aliperta, nome di battaglia “Somma”, era un elemento di grande volontà. Egli cadde da partigiano sotto il fuoco nemico a Gressoney/Saint Jean (Valle d’Aosta) il 7 novembre 1944. Sepolto nel cimitero comunale di Verres, gli è stato dedicato in seguito un cippo commemorativo con sopra il suo nome (fonte: Rivista Fensern 2008).
Le due iniziative celebrative del 25 aprile, in concomitanza con il tradizionale pellegrinaggio del Lunedì in Albis al Santuario di Madonna dell’Arco nella vicina città di Sant’Anastasia, saranno arricchite dalle coreografie dei numerosi devoti in veste bianca dell’Associazione dei Battenti dello storico rione cittadino Santa Croce.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.