Home > Politica > Faida politica nella famiglia Raia

Somma. Marito e cognata della consigliera regionale candidati contro a Napoli

Faida politica nella famiglia Raia

giovedì 21 aprile 2011, di Gabriella Bellini


DA METROPOLIS DEL 20 APRILE

Somma Vesuviana. Una famiglia che in politica si è sempre impegnata direttamente, adesso però lo è forse fin troppo. I Raia, che alle ultime elezioni regionali hanno eletto a palazzo Santa Luci,a Paola con 19060 preferenze (di cui 3046 raccolte solo nella sua città Somma Vesuviana) adesso si troveranno ad affrontare una “faida”. Al consiglio comunale di Napoli, infatti, sono candidati il marito di Paola, Ciro Brandi e la cognata Emanuela Volpicelli, moglie di un altro fratello Raia, Franco.
Se questo non bastasse si trovano anche contro non soltanto nella ricerca di preferenze, ma anche per lo schieramento che hanno scelto. L’imprenditore Brandi è in lista nel Pdl, lo stesso partito della consorte, mentre la Volpicelli è scesa in campo nell’Udeur. Insomma i due cognati appoggeranno e si impegneranno per l’elezione di due diversi candidati a sindaco, il primo per Gianni Lettieri e la Volpicelli per Clemente Mastella. Viene da chiedersi per quale dei due congiunti si metterà in moto allora la “macchina elettorale” della famiglia Raia? Tanto rodata che nel 1995 fece eleggere al consiglio provinciale un altro fratello, Luigi che ottenne poi alle regionali del 2000 il considerevole risultato di oltre diecimila voti mancando per un soffio l’elezione che ha ottenuto la sorella dieci anni dopo. Finito poi nell’occhio del ciclone alla votazione dell’ultimo Bilancio in Regione, essendo ora direttore dell’Isve e considerate le modifiche fatte in consiglio regionale (dove siede appunto Paola) alle norme che riguardano l’Istituto di Studi per lo Sviluppo economico. Modifiche che, fra l’altro, hanno dato al direttore generale la funzione di «legale rappresentante deIl’ISVE, anche in giudizio e nei confronti di terzi» ed «allo stesso sono attribuiti tutti i poteri di gestione». La battaglia, politica s’intende, è appena cominciata.

Messaggi

  • "Viene da chiedersi per quale dei due congiunti si metterà in moto allora la “macchina elettorale” della famiglia Raia?"

    Tutto dipenderà da papà Raffaele, si schiererà con il sig. Brandi o con la Sig.ra Volpicelli in Raia?
    Conoscendolo e considerando che è un uomo all’antica non ho dubbi che come sempre voterà e farà rispettare il cognome RAIA.

  • Conoscendoli, se votassi a Napoli non avrei dubbi.
    Lei è una ragazza gentile ed educata.
    Lui sembra un bulletto di periferia.

  • E’ l’ennesima cattiveria che i fratelli Luigi e Paola fanno al fratello Francolino, è da più di un mese che aveva comunicato a tutti noi amici la candidatura della moglie, loro gli hanno messo contro il congiunto a due giorni dalla presentazione della lista.

  • DAVIDE (francolino raia e noi amici di sempre) contro GOLIA (consigliere regionale la moglie, presidente dell’ISVE, società della regione, il cognato Luigi, i soldi da spendere senza limiti del suocero) CHI VINCERA’?

    Per il momento ha vinto lo squallore di una candidatura "contro" a 2 giorni dalla presentazione delle liste.

    un amico della famiglia Raia......quella vera.

  • IMPRENDITOREEEEE!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Ma dove le prendete le vostre informazioni.
    Non faceva il parrucchiere?

  • La moglie di Francolino,i quali già "allontanati"dal cari genitori egregi e signori raia,è una persona molto più in gamba del brandi,parrucchiere in carriera(???)....mi dispiace per la comunità e per francolino ma credo che il caro papà raia utilizzerà quanti più soldi possibile per far si che la sua brutta anatroccola,stupenda sui manifesti con l’aiuto di qualche programma ritoccante,sia sempre felice e contenta e la comunità avrà un nuovo ignorantone,oltre alla moglie,che la governa!!!!folrza francolino ,tu non hai nulla a che fare con questa "brutta gente".forza Volpicelli!!!

    • Innanzitutto è vergognoso, nel 2011 e in un momento di crisi, denigrare una persona perchè ha eserciatato l’attività di parrucchiere (meno male che esistono!).
      Inoltre ritengo veramente poco elegante, come donna, attribuire l’appellativo di "brutto anatraccolo" ad una persona, oltre che bella, semplice ed intelligente quale la Sig.ra Paola Raia, che non ha mai proferito parola nè contro il fratello Franco, nè tantomeno contro la cognata. Che brutta bestia l’invidia!
      Comunque, per dirla tutta, è più naturale, per un membro della famiglia Raia (un esponente della quale un anno fa è stato eletto Congliere Regionale nel PDL) candiadrsi nello stesso PDL od in un altro partito per mettere in imbarazzo la sorella Consigliere e generare una valanga di polemiche?
      Un pò di onestà e coerenza, per favore!

    • credo sinceramente che tu conosca un’altra Paola Raia, non quella che conosco io.
      in ogni caso - aquaiuo l’acqu comm è, è comm a nev.

    • La bella, buona, intelligente, altruista, onorevole, consigliere regionale, Signora Paola Raia, e chi più ne ha più ne metta di elogi, visto che stiamo parlando di una donna dalle meravigliose qualità......una santa direi, non solo ha parlato malissimo del fratello Francolino ma ha detto anche che non sarà contenta fintanto che non lo distruggerà!!!! Pensate quanto è buonaaaaa

    • Che bello quanta solidarietà ai parrucchieri e al contributo che danno alla società con il loro lavoro...Mi chiedo e vi chiedo è un argomento tanto fastidioso? Mi sembra che a scrivere i commenti sia intervenuta l’Associazione per la Difesa della Categoria....

    • da fratello e figlio posso solo io fare commenti sulla mia famiglia, se li fa qualcun altro mi brucia...ma tanto

  • al di la di tutte le polemiche sterili ed inutili su soldi, barbieri, ritocchi e brutti anatroccoli...mi chiedo (da sommese atipico)che questi pettogolezzi riescono perfettamente nel loro intento, demolire le persone di cui si sta parlando ed insinuare dubbi nell’opinione pubblica sull’immagine di questa famiglia molto unita e politicamente forte.forse l’unica cosa che viene da domandarsi è per quale motivo la Volpicelli (persona adorabile e perbene quanto il Brandi) si sia candidata con l’UDEUR, in un momento in cui la famiglia Raia è riuscita (dopo anni di sacrifici e fallimenti) ad avere un riscontro socio-politico con il PDL,qualche filosofo potrebbe rispondere che entrambi i partiti sono di c.destra, ma noi tutti sappiamo che Mastella e solo uno dei tanti che la sinistra ha rifiutato,ritornando alla polemica;C’é solo un figlio indispettito per QUESTIONI FAMILIARI E PERSONALI che cerca di mettere in imbarazzo la propria famiglia,un pò come fanno i quindicenni...in ogni caso i messaggi letti fino a questo momento hanno provocato in me solo ilarità. i miei complimenti non ridevo cosi di gusto da mesi.

    • Caro amico/a, io penso che per chi come il Francolino, il Luigi e la Paola e’ cresciuto con pane e politica e’ difficile stare a parte e vedere in prima fila gli altri (indipendentemente se capaci o meno).
      Grazie

    • IMBARAZZARE LA PROPRIA FAMIGLIA?????????

      Per le loro questioni familiari i Raia sono ormai sulla bocca di tutti e tutti hanno capito chi si imbarazza e chi invece scambia la vergogna con l’onore.

    • x un altro punto di vista.
      Premesso che tutti i punti di vista hanno pari dignità mi permetto di dissentire dal tuo che ha dato la forte sensazione di essere COSTRUITO a TAVOLINO per giustificare quello che agli occhi di molti invece appare in tutta la sua chiarezza. Partiamo dalle polemiche che non sono mai sterili men che meno in questo caso. Per noi cittadini vedere che (in un partito come la PDL che predica la MERITOCRAZIA e pari possibilità per tutti i cittadini) la moglie Brandi-Raia dopo "anni di sacrifici e fallimenti" è Consigliere Regionale, il fratello Luigi Raia dopo "anni di sacrifici e fallimenti" è Presidente e Direttore Generale di un importantissio Istituto Regionale nominato dal Presidente Caldoro e dal Consiglio Regionale,il marito Brandi dopo "anni di sacrifici e fallimenti" vuole diventare con il favore popolare Consigliere Comunale. Per quanto riguarda "soldi, barbieri, ritocchi e brutti anatroccoli..." sempre per la MERITOCRAZIA e la GIUSTIZIA SOCIALE, è sempre ingiusto che si occupino posti non meritati solo perchè ti sponsorizza la moglie o il suocero di turno, tutti sappiamo che possono cambiare con il tempo, quindi ben venga la più terribile demolizione anche personale se è giusta. Per quanto riguarda i dubbi credo che i fatti li abbiano totalmente chiariti nell’opinione pubblica. Sorvolo la polemica sulla opportunità di una candidatura nell’UDEUR una scelta alla luce del sole da parte di una persona che fa parte del Gruppo Regionale dell’ UDEUR, fatta da gente che non esitò a vendersi ai COMUNISTI votando Cozzolino per un posto a Capri.
      " C’é solo un figlio indispettito per QUESTIONI FAMILIARI E PERSONALI che cerca di mettere in imbarazzo la propria famiglia,un pò come fanno i quindicenni..." Non sarò certo io a dover difendere la persona perbene che è Franco Raia a questo ci sta gia pensando il tempo e la gente.
      Chiudo con un vecchio proverbio popolare:
      Si ride e si canta quando si torna dalla festa non quando ci si và.

    • Da estraneo "vero" mi sento di dire che i panni sporchi si lavano in famiglia e non si usa certamente un blog per mandarsi frecciatine a distanza. Per cui sottoscrivo e quoto che siete stesso voi familiari a demolire l’immagine di una famiglia, che in realtà, senza nascondersi dietro al così detto dito, distrutta lo è davvero, e ormai anche da anni.....per cui non so come si fa a scrivere "una famiglia molto unita"! politicamente molto forte, invece sicuramente. La scelta di Francolino la trovo sinceramente, aldilà del partito scelto, legittima. Da una mia superficiale interpretazione trovo che, giustamente stia cercando la sua strada, considerato che Voi altri la vostra l’avete trovata e lui lo avete lasciato e fatto fuori. E trovo davvero di cattivo gusto, VISTA LA FRATELLANZA CHE VI UNISCE che lo state ulteriormente osteggiando in questa campagna elettorale.
      In bocca al lupo e che il lupo non vi mangi..............

    • spesso abbiamo solo l’illusione che una famiglia così pubblica (Del napoletano si intende) metta in piazza tutte le sue faccende...credimi molte cose sono rimaste (come è giusto che sia) nell’intimo delle mura domestiche...non credo che zio Raffaele avrebbe voltato le spalle a francolino o almeno avrebbe trovato una soluzione, come ha sempre fatto, al di la di Paola e Luigi.vedo un atto di ribellione che non porterà a nulla. dividera solo la famiglia in due gruppi. naturalmente chi ha un pò di cervello si schiererà dalla parte di zio Raffaele e quindi dalla parte del Brandi, si è parlato di lite adolescenziale nel messaggio precedente...mai definizione è stata più giusta. un membro della famiglia

    • portare a Cozzolino i 500 voti di cui stai parlando fu un mossa politica che la famiglia fece nel suo intimo e che poi ne ha portati 2000 con queste ultime elezioni...e vero che si ride e si canta quando si ritorna dalla festa ma è pur vero che alla festa viene notato chi ha l’abito più bello...e per rimanare in tema di proverbi, ti dico, aiutati che dio ti aiuta!!! L’elezione del brandi era stata comunicata un anno prima in un occasione dove c’eravamo un pò tutti.Naturalamente adesso l’abbiamo dimenticato perche ci fa comodo dire che paola e truccata fuori e dentro i manifesti che il brandi è un bulletto di quartiere, mi dispiace ma io non sputo nel piatto dove mangio (si intende per stare sempre in tema di proverbi) anche perche a questi ultimi mi lega solo l’affetto (appunto il piatto) che ho nei confronti di zio raffaele...

  • NON C’è NULLA DI PIù BRUTTO CHE OFFENDERE UNA PERSONA PER IL SUO LAVORO...CONCORDO CON "altro punto di vista"

  • rimango perplessa!!! come puo una persona candidarsi con l’UDEUR con una cognata nel PdL. se questa non una faida???? da nopeletana indecisa non andro a votare

    • la domanda è un altra?
      "quella" nel PDL riconosce la cognata quale moglie del Fratello?
      Riconosce il ancora Fratello?
      Il fratello riconosce il Cognato?
      Il fratello riconosce ancora sorella e fratello?
      i concognati si riconoscono tali?

      l’unica cosa che andrebbe fatta è quella di PORTARE IL RISPETTO CHE MERITA "ZIO RAFFAELE" PER QUANTO HA COSTRUITO PER SE E PER I SUOI (figli e non solo.
      Così si contribuisce solo a fargli perdere il rispetto acquisito negli anni.

      P.s. ai Figli
      Smettetela e fate le persone SERIE

    • e tu da napoletana perdi tempo a seguire questo blog di provinciali? Se sei così lontana di che ti interessi? dopo tutto è solo una questione familiare....

    • e tu credi che io da napoletana perditempo non abbia a che fare ne con la votazione ne con voi provinciali...secondo te come faccio a conoscere i Raia (Raffaele e Carmela con figli: Luigi Franco Paola)???mi viene da chiedere che tipo sei tu che non fai altro che demolire dall’interno e anche dall’esterno le persone di cui stai parlando...quoto "altro punto di vista" che fino a questo momento sembra essere quello\a più coerente

  • francolino si è mosso da solo e da solo si prenderà le conseguenze delle proprie azione...

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.