Home > Politica > Pomigliano. I politici “assolvono” gli assenteisti

Pomigliano. I politici “assolvono” gli assenteisti

domenica 1 maggio 2011, di Nicoletta Romano


DA METROPOLIS DEL 1 MAGGIO

Pomigliano d’Arco. All’indomani dell’intervento delle Forze dell’ordine, in azione contro l’assenteismo, gli esponenti dell’amministrazione di Pomigliano sono rimasti con le bocce cucite. Gli unici a commentare sono stati i componenti del Pd, che però hanno assolto il comportamento del governo locale. “In questi casi bisogna verificare bene se si tratta realmente di assenteismo, oppure se si parla di qualche episodio isolato – ha dichiarato Onofrio Piccolo, consigliere d’opposizione del Pd, in merito ai quattro dipendenti comunali denunciati per truffa ai danni dello stato – non ci sono mai stati grandi problemi con i dipendenti della struttura pubblica, hanno sempre lavorato e fornito il loro valido contributo al funzionamento dell’ente. Sui singoli casi, poi, bisognerà aspettare che la vicenda faccia il suo corso – ha continuato Piccolo – per esperienza diretta non posso affermare che si tratta di una situazione grave. È comunque compito dell’amministrazione controllare i dipendenti e fare in modo che non si verifichino episodi del genere bisogna sempre verificare che ci siano le condizioni per lavorare nel migliore dei modi”. Durante la mattinata di venerdì, i carabinieri della locale stazione, guidati dal maresciallo Sante Longo, hanno fatto irruzione in municipio bloccando tutti gli ingressi dell’edificio. Al termine dei controlli contro l’assenteismo, sono stati denunciati in stato di libertà quattro impiegati comunali: un 47enne impiegato all’ufficio ragioneria, un 52enne ed un 42enne impiegati all’ufficio tecnico ed una 54enne impiegata all’ufficio ambiente. I dipendenti, al momento del blitz, risultavano assenti sul posto di lavoro nonostante il loro tesserino fosse stato regolarmente timbrato. Dopo lo sbigottimento destato dalla scoperta fatta dai militari dell’Arma, gli esponenti della maggioranza hanno preferito non rilasciare nessun commento sull’accaduto. Neanche la minoranza, però, se l’è sentita di puntare il dito contro l’operato dell’amministrazione di centrodestra, guidata dal sindaco Lello Russo. Su 150 dipendenti impiegati nella casa comunale di Pomigliano d’Arco, solamente quattro sono risultati assenti ingiustificati sul posto di lavoro al momento dei controlli dei militari. Le operazioni sono andate avanti fino alle prime ore del pomeriggio, a causa della difficoltà, incontrata dai carabinieri, di controllare anche gli addetti ai lavori che operano nelle sedi distaccate del municipio.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.