Home > Politica > Massa. Il Tar "boccia" un candidato

Massa. Il Tar "boccia" un candidato

mercoledì 4 maggio 2011, di Gabriella Bellini


DAMETROPOLIS DEL 4 MAGGIO
Massa di Somma. Il Tar boccia il ricorso del candidato Giacomo Calvanese che era stato escluso dalle liste. Doppia bocciatura, dunque, che alimenta le polemiche della campagna elettorale. “Hanno dimostrato di non essere capaci di presentare le liste”, commenta il sindaco, ricandidato, Antonio Zeno, “e nemmeno in grado di presentare un ricorso nei tempi, ho paura di cosa sarebbero in grado di fare se arrivassero a governare il paese con tutti i problemi burocratici che comporta”. Eppure i “rumors” a Massa fanno pensare ad altro, che l’errore possa essere stato voluto, con Calvanese fuori dai giochi i suoi voti confluiranno su un altro candidato.
Un’ipotesi cui il leader della lista “RinnoviAmo Massa”, Giulio Vicedomini, non pensa neanche. “Per un vizio formale purtroppo ad oggi è stata sospesa la candidatura di Calvanese”, spiega Vicedomini, “Nelle prossime ore decideremo per un eventuale ricorso al Consiglio di Stato. Nonostante questo Giacomo Calvanese continua la sua campagna elettorale. Credo che sia utile ricordare che noi abbiamo in lista un candidato in più: il malcontento verso il malgoverno dell’amministrazione Zeno. Il 15 e 16 maggio i massesi potranno bocciare Zeno e la sua maggioranza contribuendo al rinnovamento sociale, economico ed urbanistico di Massa di Somma. In questi giorni di incontri con la cittadinanza abbiamo presentato le nostre proposte e i candidati al consiglio comunale sotto il simbolo RinnoviAMO Massa, lista civica che coinvolge uomini e donne di centro destra e di centro sinistra che hanno come unico obiettivo il rilancio di Massa di Somma. Dopo anni di malgoverno c’è la possibilità di una vera alternativa di governo. Le priorità del nostro programma elettorale saranno quattro: la riduzione, a partire da pensionati e famiglie meno abbienti, della Tassa sui rifiuti che è attualmente la più alta nel vesuviano; sostegno allo sviluppo economico e rilancio delle politiche giovanili; programmazione di opere pubbliche mirate e concrete; condivisione con i cittadini delle principali scelte che interessano la comunità”. Escluso o no dalla competizione, il candidato farà comunque parte della squadra di governo nel caso in cui Vicedomini diventasse sindaco. “Calvanese – ha commentato il candidato per la lista RinnoviAMO Massa Ciro Boccarusso - è un vero carro armato elettorale e non sarà una sentenza del Tar a fermarlo. La prossima amministrazione di Massa di Somma che avrà come sindaco Giulio Vicedomini avrà bisogno anche di lui. I cittadini massesi tra poco più di una settimana volteranno pagina, manderemo a casa Zeno e la sua giunta che in cinque anni di malgoverno hanno impoverito le famiglie massesi ed escluso i cittadini da ogni scelta importante per la città. Ecco cosa Zeno ci ha lasciato in eredità: la Tassa sui rifiuti più alta della Provincia di Napoli; scelte sulla pelle e sulla testa dei cittadini, come la questione Antenne, la proposta di un impianto di compostaggio anaerobico e Piano regolatore; il flop del mercatino comunale. Zeno non ha saputo e voluto onorare gli impegni presi con i massesi, per questo motivo il 15 e 16 maggio i massesi lo bocceranno”.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.