Home > Attualità > Comunicati Stampa > LE REALIZZAZIONI DEL CENTROSINISTRA DI SANT’ANASTASIA A FAVORE DELLA (...)

LE REALIZZAZIONI DEL CENTROSINISTRA DI SANT’ANASTASIA A FAVORE DELLA SCUOLA

domenica 8 maggio 2011, di Comunicato Stampa


La nuova scuola elementare di via Starza-Rosanea è una splendida realtà, usufruibile già da settembre scorso dagli scolari di una delle periferie più importanti di Sant’Anastasia. Essa è stata progettata e finanziata (TAV) dalla volontà e dal lavoro politico-amministrativo delle giunte Iervolino, le quali in dieci anni di governo, hanno investito nella pubblica istruzione una somma che va oltre i 6 milioni di euro. La cifra supera i 10 milioni di euro, se vi si aggiungono i costi dell’istituto “Pacioli”, che la giunta Romano seppe conquistare per la nostra città, e di quant’altro essa destinò alla scuola.
“L’investimento, dunque, in 13 anni di governo di centrosinistra è stato pari a circa 700 mila euro annui. Quanto basta per operare una vera rivoluzione scolastico-culturale”. Afferma orgoglioso il portavoce del PD, Peppe Maiello.
“Inoltre, il centrosinistra, che ha lasciato il governo cittadino nel 2007, aveva in cantiere, acquisita la condivisione dell’allora assessore provinciale Angela Cortese, l’istituzione di alcune sezioni di Liceo Classico e/o Scientifico, in attesa di dotare il nostro comune del corso completo di uno o di entrambi gli ordini di scuola. E non solo, - continua il dott. Giovanni Barone, all’epoca assessore comunale alla Pubblica Istruzione – si era sul punto di realizzare, per mezzo di protocolli d’intesa con la facoltà di Agraria di Portici, corsi universitari allocati presso Villa Tortora-Brayda”.
“Il nostro impegno quotidiano non verrà meno! Anche dall’opposizione ci adopereremo perché i problemi della scuola vengano affrontati e risolti”. Assicura il consigliere del PD, Franco Casagrande.
Conclude la segretaria politica del PD, prof.ssa Grazia Tatarella: “Nel nostro programma elettorale per le elezioni amministrative del 2010, vi era espressa la determinazione di realizzare una “Cittadella della cultura”, da costruire possibilmente nella stessa periferia ove oggi viene inaugurato il nuovo istituto elementare. Non ci stancheremo mai di rincorrere il sogno di una Sant’Anastasia al passo con i bisogni dei tempi! Consapevoli che la realtà, non raramente, è il frutto dei sogni perseguiti con tenacia e competenza”.

Messaggi

  • I corsi di formazione presso il palazzo Tortora Braida non si realizzano perché manca la ristrutturazione del palazzo. Sono stati stanziati più di 600.000 euro di fondi regionali, ma la passata amministrazione di centrodestra nulla ha potuto contro l’occupazione -completamente abusiva- dell’immobile. Il commissario fece una prima ordinanza di sgombero... ora siccome gli occupanti abusivi sono elettori di Esposito i cittadini perderanno i soldi tre volte: la prima volta perché non potranno utilizzare un palazzo di proprietà della collettività. La seconda perché il sindaco, invece di spendere i soldi regionali, usa i fondi comunali per fare la manutenzione, la terza perché famiglie realmente bisognose pagano l’affitto, e quelli di Tortora Braida stanno nel palazzo a scrocco.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.