Home > Cronaca > Somma, sequestrata officina “fantasma”

Somma, sequestrata officina “fantasma”

sabato 14 maggio 2011, di Gabriella Bellini


Somma Vesuviana. Era in funzione da vent’anni, eppure per vent’anni era stata un’officina “fantasma”. Non esisteva né per il Comune né per nessun altro ente. Non aveva autorizzazioni amministrative, sanitarie, eppure immetteva nell’aria sostanze tossiche senza nessun filtro. ieri i carabinieri della Stazione di Somma Vesuviana (agli ordini del maresciallo Raimondo Semprevivo) hanno sequestrato un’officina meccanica e di carrozziere in via Vignariello, denunciando padre e figlio S.D.L. e A.D.L., responsabili di diverse violazioni alla legge 152 del 2006. I militari insieme ai tecnici dell’Asl e dell’Arpac hanno verificato una serie di inadempienze, l’officina era stata realizzata in maniera completamente abusiva, senza permessi di costruzione, non aveva autorizzazioni sanitarie, non era iscritta all’albo dei autoriparatori, all’ufficio Commercio del Comune non esisteva nessuna autorizzazione rilasciata ai due denunciati. La struttura, un’area scoperta di 2000 metri quadrati circa e una scoperta di circa 500, è stata sequestrata, così come tutti gli attrezzi. Anche gli allacci alla fogna non erano stati autorizzati, eppure l’officina era collegata abusivamente alla rete fognaria dove sversava liquidi chimici. Si suppone sia stato così considerato che quando i militari hanno chiesto ai proprietari i formulari che attestassero lo smaltimento legale dei rifiuti tossici non ne avevano. Ma S.D.L. è finito nei guai anche per un altro motivo. E’ stato denunciato dai carabinieri per omessa custodia di armi e gli sono stati sequestrati due fucili da caccia. Sarebbero dovuti essere conservati in un altro luogo, lì dovevano esserci da circa 10 anni ed invece sono stati trovati da tutt’altra parte. I controlli dei militari del maresciallo Semprevivo si stanno concentrando nelle ultime settimane proprio sulla tutela della salute pubblica. In quest’ottica le verifiche ai capannoni in cui è ospitata “Igiene Urbana srl” la ditta che si occupa dello smaltimento dei rifiuti in città e che ha fatto scattare una denuncia per il sindaco Raffaele Allocca.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.