Home > Attualità > Comunicati Stampa > POLLENA TROCCHIA, ALLA PROTEZIONE CIVILE UNA NUOVA SEDE IN VIA SAN (...)

POLLENA TROCCHIA, ALLA PROTEZIONE CIVILE UNA NUOVA SEDE IN VIA SAN GENNARIELLO; NELL’IMMOBILE DI VIA CAVOUR PRESTO UN ASILO NIDO

mercoledì 18 maggio 2011, di Comunicato Stampa


Questa mattina il Consiglio Comunale di Pollena Trocchia ha approvato il cambio di destinazione d’uso dell’immobile comunale di via Cavour dove verrà realizzato l’asilo nido a seguito del decreto con cui la Regione Campania ha approvato il progetto. L’assise cittadina ha infatti approvato questa mattina con i voti della maggioranza retta dal sindaco Francesco Pinto che ancora una volta si è presentata compatta all’assemblea pubblica, il cambio di destinazione d’uso dello stabile. “Esprimo piena soddisfazione per questo progetto concreto a sostegno delle famiglie e delle giovani coppie del territorio”, ha dichiarato il sindaco Francesco Pinto sottolineando, inoltre, che l’asilo nido darà opportunità di impiego a dieci addetti al settore. Nella stessa seduta odierna della pubblica assise, inoltre, il Consiglio ha approvato il cambio di destinazione d’uso dell’ex casa del custode del cimitero in via San Gennarello destinandola al nucleo locale della Protezione civile. “I volontari della Fire Fox – ha dichiarato il sindaco – danno un supporto essenziale alle attività dell’amministrazione ed alla cittadinanza e la loro collaborazione attiva ventiquattro ore su ventiquattro, frutto di una convenzione stipulata con l’Ente, è testimonianza di un impegno straordinario. Sono questi gli aspetti che ci hanno indotti a dotare la Protezione civile di una sede adeguata alle loro esigenze”. Per la realizzazione della sede la Provincia di Napoli ha già stanziato la somma di 15mila euro.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.