Home > Cronaca > Il presidente Cesaro: “Clima esasperato”

Aggressione al sindaco, i commenti

Il presidente Cesaro: “Clima esasperato”

martedì 24 maggio 2011, di Gabriella Bellini


DA METROPOLIS DEL 24 MAGGIO

Tra i primi a commentare l’episodio il presidente della Provincia, Luigi Cesaro, di cui Esposito è stato a lungo capo di Gabinetto. “L’aggressione al sindaco di Sant’Anastasia Carmine Esposito è testimone del delicatissimo clima in cui si muovono in questo periodo gli amministratori locali, chiamati a confrontasi con un territorio in cui la disoccupazione diffusa sta procurando fortissime tensioni”, ha detto Cesaro, che ha richiamato tutti ad un maggiore equilibrio nell’attività politica e di informazione. “I mass media e l’intero mondo della politica – ha detto infatti Cesaro - sono chiamati ad una profonda analisi sulla delicatezza dei propri ruoli. Si è creato un clima in cui spesso si pretendono da chi riveste dei ruoli istituzionali risposte che non si possono dare, non per mancata volontà o incapacità, ma perché non pertinenti. La caccia all’untore sembra diventato lo sport preferito di alcuni, che amano gettare il discredito in maniera generalizzata sul mondo della politica. Tutto ciò è pericolosissimo per la vita della stessa democrazia. E’ per questo anche- ha concluso Cesaro - che rivolgo al sindaco la mia più viva solidarietà e l’invito a proseguire con caparbietà e coraggio nell’attività amministrativa che sta svolgendo con grande perizia nel suo comune”. Anche dal centrosinistra solidarietà a Esposito. “La segretaria, il gruppo consiliare e la dirigenza tutta del PD anastasiano esprimono profonda solidarietà nei confronti del sindaco Carmine Esposito per l’evento accadutogli”, scrive in una nota il Pd di Sant’Anastasia, “Si ritiene, infatti, che la dialettica politica, e non, nel paese, ricca della diversità delle opinioni, debba svolgersi in maniera civile e democratica proprio come la nostra cultura, personale e politica, ci impone. In virtù di ciò il Partito Democratico manifesta indignazione per il tristo evento ed assicura alla cittadinanza che continuerà a dare il suo contributo affinché il clima possa essere sereno e pacifico”.

Messaggi

  • Cesaro e Caldoro, invece di stare a preoccuparsi di compiacere il loro "capo" tutti i giorni, dovrebbero marciare su Roma contro la chiusura delle fabbriche, per migliorare l’occupazione al Sud, dovrebbero stanare gli evasori e migliorare i servizi, dovrebbero risolvere il problema della spazzatrura, che vedrete, vinca De Magistris o Lettieri, non sarà mai risolto a livello locale e cittadino se non c’è un impegno dall’alto. Colgo infine l’occasione, visto che Cesaro ci ha regalato l’assessore all’urbanistica, di richiamare i suoi protetti, sia sindaco che assessore, ad un maggiore autocontrollo ed un maggiore rispetto per tutti i cittadini a prescindere dal colore politico, in modo da dare il buon esempio ed essere quel punto di riferimento di buon comportamento ed equilibrio, equidistanza, legalità, ed obiettività che ci si aspetterebbe da chi amministra la cosa pubblica non in nome di alcuni ma per tutti.

    • bellissimo commento, dovrebbe esse un pater falilias e non inasprire gli animi, non sa mediare eppur essendo un decisionista si fa troppo influenzare da qualle galletta e qualche porcellino , mi auguro che prima della fine del mandato il sindaco prenda da solo in autonomia qualche decisione e che non si lasci sfuggire i pochissimi bravi ed affidabili che ancora nonostante le ingiurie lo seguono e lo difendono fatti pulizia intorno!!

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.