Home > Politica > Striano. Nominato il nuovo Presidente del Consiglio, fuori Vivace subentra (...)

Striano. Nominato il nuovo Presidente del Consiglio, fuori Vivace subentra D’Andrea

venerdì 27 maggio 2011, di Giovanna Salvati


Striano. Cambio al vertice del Presidente del Consiglio. Fuori Renato Vivace, il testimone passa a Francesco D’Andrea. Un change che senza dubbio sigilla quello che di qui a qualche giorno rappresenterà senza dubbio un avvio al rimpasto, che vede cosi nuovamente il primo cittadino Antonio Del Giudice rimescolare l’intera compagine di maggioranza. Francesco D’Andrea, era per certi versi quello meno accreditato, dopo lo scontro che proprio qualche mese lo aveva visto finire in contrasto, all’epoca in compagnia dell’ex assessore Francesco Trippa dopo un dissenso proprio in pubblica assise. Uno screzio che da quel momento ha colorato e dato il via alla piccola crisi amministrativa. Eletto presidente del consiglio comunale con nove voti su diciassette: gli altri otto hanno votato Francesco Saviano ed hanno di fatto contribuito a sancire l’ennesima spaccatura all’interno del gruppo “Striano cambia”, che sostiene l’esecutivo. Sia Saviano che Franco Soviero, infatti, hanno formato un gruppo a parte, chiamato “Gruppo autonomo per la legalità” fornendo cosi l’attuale composizione: ai cinque dell’opposizione con Antonio Gravetti per il Civico 34, Aristide Rendina, Giuseppe Maccarone, Biagio Pellegrino e Andrea Oreste per Rinascita Strianese, vanno aggiunti i due nuovi transfughi e Francesco Trippa, l’ex assessore che continua a rimanere su posizioni critiche da quando il primo cittadino gli tolse le deleghe. Senza dubbio il voto c’è stato, ma è pur vero che è stato “stentato” testimonianza quest’ultima che probabilmente il piccolo governo locale un piccolo terremoto intorno lo sta comunque avvertendo. Una sensazione che subito è stata fatta notare dai componenti della stessa opposizione, che hanno, in piena assise comunale sottolineato “ la scarsa compattezza di chi sostiene Antonio Del Giudice”. Senza dubbio le parole del neo insediato Francesco D’Andrea hanno cercato di placare l’ira politica che come sempre prende vita durante i consigli comunali, il tutto mostrando apertura e dialogo tra la minoranza e maggioranza. Per l’ex Presidente Renato Vivace? In caldo forse la poltrona da assessore lasciata vuota da Soviero, ma tutto non è ancora deciso.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.