Home > Cronaca > Ottaviano. Monitoraggio del territorio, tutela dell’ambiente e salvaguardia (...)

Ottaviano. Monitoraggio del territorio, tutela dell’ambiente e salvaguardia in sella con le Giacche Verdi

mercoledì 1 giugno 2011, di Giovanna Salvati


Ottaviano. Associazionismo? Si ma solo fatto di passione e volontariato. Da Giugno le attività targate Giacche Verdi si triplicano: bambini, cittadini e volontari in sella ad un cavallo per riscoprire il territorio, promuovere la tutela e la salvaguardia dell’ambiente e cercare di dare una svolta alla cittadina ottavianese. Una vera e propria rivoluzione sta prendendo vita nella cittadina ottavianese dove una semplice associazione, con meno di dieci soci lancia “ quel piccolo sassolino” per appellarsi alla tutela, promozione e rilancio dell’ambiente, il tutto in sella ad un cavallo. Una squadra di cavalieri, si, ma del nuovo secolo, con cavallo, ma armati solo di passione ed il tutto senza scopo di lucro. Cavalli acquistati autonomamente, una sede frutto solo di disponibilità di un proprietario e del suo terreno, contributi economici solo personali e volontari che in doppi turni garantiscono assistenza ai cavalli. Angelo e Domenico Tufano, Riccardo Compagnone e il presidente Andrea Nocerino, sono solo la piccola costola di Adamo, i pilastri che credono in un progetto semplice ma efficace. Hanno iniziato dal nulla, in un territorio che poco crede nelle iniziative senza ritorno economico o favoriti stico, eppure loro ci credono davvero, e cosi danno il via ad una serie di iniziative che in primis siano da specchio per chi non crede più che la bella cittadina rappresenti una risorsa ambientale, umana e territoriale tutta da scoprire. Per i più scettici ci sono delle vere e proprie passeggiate a cavallo che saltuariamente permettono di scoprire i tesori del Parco Nazionale del Vesuvio, per non parlare dell’impegno da associati alla Protezione Civile e Guardia Forestale che li vede lavorare sotto braccio nelle attività di monitoraggio del territorio. E non mancano piccole scoperte che portano il sapore della legalità. L’uso dei cavalli permette di tutelare meglio le aree verdi, che spesso vengono penalizzate dall’inciviltà di alcuni cittadini che vi abbandonano amianto, elettrodomestici, pneumatici e rifiuti vari. E spesso passeggiando per quei sentieri non è raro trovar e cumuli nascosti, ma qualche passo più avanti ed ecco che qualche volpe, aquila o fiore raro, fanno riconquistare la fiducia ai giovani volontari. Le Giacche Verdi sono ormai un istituzione sul territorio soprattutto perché il loro costante impegno li porta ad organizzare incontri e corsi di formazione per studenti di tutte le scuole, educando i ragazzi al rispetto per la natura, per gli animali, per una continua sensibilizzazione ai vari disagi sociali presenti nel territorio, istruendoli su quello che ognuno di noi può fare per una qualità migliore della vita collettiva. Ma quello che un cavallo può fare porta il nome di un miracolo: spesso bambini disabili, autistici hanno ritrovato il sorriso grazie alle Giacche Verdi che hanno messo a disposizione il loro piccolo spazio per qualche caso particolare. Certo la sede non permette percorsi didattici di recupero, ma è la determinatezza del Presidente Andrea Nocerino a coinvolgere i volontari e a presenziare nelle scuole, nelle manifestazioni, e soprattutto a far valere quel motto sempre più attuale in attesa di puntare, a percorsi di ippoterapia, “Nobili angeli con le ali infangate dall’uomo che tiene le redini di questi esseri incredibili e troppo lontani dalle nostre coscienze per essere capiti davvero”.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.