Home > Politica > Ottaviano. Incarichi e consulenze: è polemica nella casa municipale

Ottaviano. Incarichi e consulenze: è polemica nella casa municipale

sabato 4 giugno 2011, di Giovanna Salvati


Ottaviano. Incarichi e consulenze a tecnici, ma la gente mormora “sono amici di consiglieri”, e ritorna il caso parentopoli al comune. Tutta colpa della trasparenza. Nasce da un blog locale ma finisce nell’occhio dei cittadini, che non fanno sconti e subito commentano lo strano caso, legale si, ma comunque sia sospetto. Stiamo parlando degli incarichi esterni per i tecnici dati nel 2010, tutt’ora in corso, affidati dall’amministrazione Iervolino ad alcuni tecnici per indagini, coordinamenti e consulenze durante numerosi lavori di riqualificazione messi in campo dall’amministrazione per recuperare alcuni angoli della cittadina. E infatti di qui a qualche anno la cittadina ottavianese vedrà mutare completamente la copertina urbanistica. Gli incarichi resi pubblici (ma visibili tutt’ora sul sito dello stesso Comune) da un gruppo di giovani dell’associazione il Confronto, hanno subito dato il via ad una serie di commenti ed accuse che hanno visto cosi il primo cittadino Mario Iervolino e la sua maggioranza finire sott’accusa. Gli incarichi, su nomina del primo cittadino, secondo una regolare normativa del testo unico degli enti pubblici, sono stati cosi affidati ad alcuni tecnici con tanto di competenze e regolare assegnazione da un albo di professionisti. E fin qui nulla di strano. Certo è che trovare le determine e le delibere di affidamento dei suddetti incarichi diventa una vera e propria caccia al tesoro, sul sito infatti stranamente non compare nessun atto che possa confermare l’incarico e le sue modalità. Perché? Ma certo è che la griglia riguardanti gli incarichi esterni sfodera chiaramente il nome del professionista incaricato, l’oggetto dell’incarico e rispettivo compenso, con in allegato, il numero dell’atto per settore. Tutto chiaro e preciso. I nomi dei professionisti per l’anno 2010 premiano, per i requisiti ovviamente, ben 20 professionisti. L’Ingegnere Luigi Franzese riesce a conquistare l’incarico con più basso compenso per un indagine geologica e la sua integrazione ad appena 488,87euro, ma il suo collega l’Architetto Ugliano Raffaele due: doppio incarico per il coordinamento per la sicurezza della Tendostruttura di via San Leonardo e la progettazione e coordinamento sempre per la stessa il tutto per un complessivo di 24mila euro circa. Ne seguono: l’arch. Michele Iervolino con un incarico per percorso podistico di 1.500euro e un altro settore completamente opposto per 3mila euro per anagrafe edilizia scolastica; Guagliuolo Crescenzo con l’incarico di progettazione esecutiva, direzione lavoro e coordinamento di sicurezza opere complementari per la riqualificazione del Corso Umberto I per un compenso di 6mila euro; ma l’ingegnere Saviano Francesco fa il pieno per la progettazione delle opere complementari del Mercato settimanale (11mila euro), redazione piano lavoro bonifica amianto del complesso immobiliare di via Giovanni XXIII (3mila euro) e compare ancora nella riqualificazione viale Elena, Piazza Municipio, Via Giovanni XXIII e via Cesaro Ottaviano Augusto ma con i suoi colleghi Del Giudice, Gentile e Del Sorbo per un totale di 85mila euro. Insomma un introito che porterà risorse alla cittadina, per la riqualificazione di strade ed immobili a servizio dei cittadini, ma per i quali i cittadini si lamentano date le procedure di assegnazione degli incarichi. “Siamo di fronte all’ennesimo caso di parentopoli – spiegano dalla minoranza – ancora una volta amici di consiglieri comunali e ancora più assurdo, i loro colleghi di studi associati, per non parlare di parenti, figli e nipoti, guarda un po’, senza nulla togliere alla trasparenza e alla legalità del loro incarico finiscono ad ottenere profumati incarichi. Tutto offendendo l’intelligenza dei cittadini”.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.