Home > Attualità > Comunicati Stampa > Sant’Anastasia, via Dante, apre il cantiere della discordia

Sant’Anastasia, via Dante, apre il cantiere della discordia

venerdì 10 giugno 2011, di Comunicato Stampa


SANT’ANASTASIA. Al via i lavori di ripristino della funzionalità del collettore di via Dante Alighieri: le opere prevedono, tra l’altro, la realizzazione delle condotte fognarie in via Giacomo Leopardi e nell’incrocio di via Romani - Dante. L’intervento è stato appaltato dalla Gori alla ditta Impregeo di Marigliano, sotto la direzione dell’ingegnere Raffaele Cristofaro. Secondo il cronoprogramma, i lavori dovrebbero essere portati a compimento entro 120 giorni lavorativi. Lunedì scorso l’apertura del cantiere in via Leopardi da cui partirà il completamento in tutta l’area interessata. «Abbiamo fatto un altro passo avanti -afferma Mario Gifuni, consigliere comunale e delegato all’ambiente dal sindaco Carmine Esposito- Dopo anni di attesa, l’amministrazione comunale, di concerto con gli enti sovracomunali, in questo caso il presidente della Gori ing. Maurizio Bruno, si sta attivando per dotare la comunità dei servizi essenziali». All’orizzonte si profilano infatti altri importanti risultati. «L’annosa questione del serbatoio di Via Olivella sarà presto risolta -prosegue il consigliere-. Come si rivela da documenti pregressi, l’impegno della Gori a completare il lavoro porta la data del 20 giugno 2006. L’accordo firmato dall’allora giunta di centrosinistra non era mai riuscito a sortire l’effetto di una completa risoluzione della carenza idrica a monte di Sant’Anastasia. Dico ciò -conclude Gifuni- non per polemica politica ma per dare una corretta informazione ai cittadini».
«Abbiamo aggiunto un altro piccolo tassello alla nostra politica del fare -dichiara il sindaco Esposito- Il nostro impegno è di stare sulle cose e di risolvere i problemi dei cittadini con una verifica puntuale dei tempi prospettati dagli altri enti: non bisogna dare tregua a nessuno. In questo primo anno di amministrazione -aggiunge l’inquilino di palazzo Siano- i risultati cominciano ad essere evidenti. Dallo sportello per la esenzione dal ticket sanitario che costringeva i cittadini a spostarsi in altri Comuni, alla battaglia per la biglietteria automatica nella stazione di Madonna dell’Arco, stiamo dando alla cittadinanza le prime risposte. Con la prossima riapertura pomeridiana degli uffici postali, lo sportello anagrafe nel quartiere Starza e, quello Inps, di prossima apertura, si amplia la gamma dei servizi. In più risolveremo l’annoso problema della mancanza d’acqua per i cittadini che vivono nella zona alta del paese».
Intanto tempi certi per la piena disponibilità degli automobilisti di via Dante Alighieri, da mesi costretti a fare delle gimcane per superare le delimitazioni entro cui era stato chiuso un lato della strada. A ritardare l’inizio dei lavori la controversia amministrativa su chi dovesse intervenire in quella strada, se l’Ente di palazzo Siano o la Gori. Alla fine, la vicenda si era conclusa con l’attribuire a quest’ultima la competenza a riparare i sottoservizi fognari che insistono lungo la via Alighieri. Poi è arrivato l’impegno direttamente dal presidente Maurizio Bruno a concludere la procedura per l’appalto dei lavori. A breve quindi si procederà al ripristino della strada».

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.