Home > Attualità > Acerra rivive il suo rinascimento con cortei e rappresentazioni

Acerra rivive il suo rinascimento con cortei e rappresentazioni

sabato 8 dicembre 2007, di Ermelinda Ammendola


ACERRA - Due giorni dedicati alla rievocazione storica del rinascimento acerrano. Per il secondo anno consecutivo, dopo il successo ottenuto nel 2006 si e’ deciso di replicare la rappresentazione, con una serie di manifestazioni che si svolgeranno oggi e domani. La rievocazione mira a richiamare gli avvenimenti narrati nel poema "Lo balzino" scritto dal poeta Rogeri de’Pazienza.
"Con questa manifestazione", spiega il sindaco Espedito Marletta, "per la complessità della sua organizzazione e per la densità dei suoi contenuti storico culturali, quest’Amministrazione comunale sta continuando nel suo percorso di «cultura obbligatoria». Attraverso la ricostruzione storica, infatti, sono state riportate alla luce le radici architettonico-strutturali della nostra città legando il passato e il presente nella realtà fisica e di valori culturali della nostra tradizione. Lo stesso sforzo della partecipazione attraverso i quartieri testimonia la ramificazione del coinvolgimento della nostra comunità".
La kermesse inizierà appunto domani alle ore 16: 30, per le strade del centro antico addobbate a tema per la festa, che faranno rivivere l’atmosfera del 1497 attraverso la processione del corteo storico formato da circa 200 figuranti che, partendo da Corso Resistenza, giungerà in piazzale Renella, portando in scena attraverso musiche rinascimentali e rappresentazioni teatrali, simbolicamente quel periodo, il tutto corredato dalla magnifica cornice dello suggestivo Castello Baronale. Il giorno 9,invece, sempre in piazzale Renella, alle ore 18: 00, si terrà lo spettacolo equestre della "Giostra dei Cavalieri" realizzato da "I Cavalieri della Pergamena Bianca" di Cava de’Tirreni. A seguire, sono in programma gag teatrali (scritte e dirette da Ferdinando Smaldone) e concerti di musica rinascimentale eseguiti dai musicisti del civico complesso bandistico "Giambattista Pinna" di Acerra che suoneranno le musiche originali composte dal maestro Fabio Soriano.
“ Le persone si devono riappropriare della storia della propria città- afferma l’assessore alla Cultura Giovanni De Laurentiis – perché la memoria sta nella continuità”.
Lo spettacolo si pone quindi come obbiettivo quello di rappresentare attraverso uno spaccato di vita rinascimentale acerrano, la cultura e la storia che troppo spesso è dimenticata.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.