Home > Appuntamenti > Festa della luce tra musica, fuoco e antichi sapori a Liveri

Festa della luce tra musica, fuoco e antichi sapori a Liveri

sabato 18 giugno 2011


LIVERI - Domenica sera alle ore 21 il Parco degli Ulivi farà da suggestiva cornice ad una elegante e spettacolare “Festa della Luce”. Fuoco, musica e antichi sapori si mescoleranno insieme in un cocktail esplosivo all’insegna del divertimento. Andrà in scena, infatti, un affascinante inno alla luce, principale protagonista della storia di Liveri per la sua particolare esposizione alla luce solare; per la sua tradizionale arte della cera e per il suo devoto legame a Santa Maria a Parete che ha irradiato il volto di Autilia Scala e continuamente illumina le vite dei suoi fedeli. “Questa festa - ha detto il sindaco Raffaele Coppola - rappresenta l’occasione per celebrare la tradizionale arte della lavorazione della cera, fiore all’occhiello dell’artigianato della zona e quest’anno, anche grazie allo stand del progetto “Impariamo dal tempo”, di cui il nostro Comune è capofila, quanti vorranno partecipare all’evento potranno rivivere, tramite video, immagini e documenti elaborati dai ragazzi del Forum dei Giovani, la storia della lavorazione della cera, di come si è sviluppata e la spinta economica che ha apportato al nostro paese”. La serata sarà allietata dai ritmi musicali della Academy of Music-Corale Polifonica di Palma Campania che, circondati dalla luce dei ceri artigianali, si esibiranno in un festoso tributo ai 150 anni dell’Unità d’Italia e non mancheranno inoltre, stand gastronomici caratterizzati dai sapori nostrani. Infine la manifestazione si concluderà con un suggestivo spettacolo di fuochi danzanti. “La festa della Luce è un appuntamento fisso nel calendario degli eventi per la nostra amministrazione – ha detto l’assessore delegato Vincenzo Lanzara - E non solo perché è un’importante occasione per rilanciare il nostro territorio e le sue tipicità ma anche perché ci da l’opportunità di passare una serata tutti insieme in allegria a godere di buona musica e gustose pietanze circondati dalla magia delle due luci che fanno risplendere la nostra Liveri, quella materiale, rappresentata dalla tradizionale arte della cera; e quella spirituale che nasce dalla devozione per Santa Maria a Parete”. Non è un caso, infatti, che a fare da location a questa festa sia stato scelto il Parco degli Ulivi che si trova proprio nelle adiacenze del maestoso Santuario di Santa Maria a Parete che, ad oggi, è uno dei più antichi luoghi di culto dell’intera area nolana.

Giusy Vecchione

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.