Home > Cronaca > Terzigno. Dibattito sul Puc: amministratori e cittadini la chiave per (...)

Terzigno. Dibattito sul Puc: amministratori e cittadini la chiave per l’attuazione del piano

sabato 18 giugno 2011, di Giovanna Salvati


Terzigno. E’ stato un incontro di conoscenza e confronto quello organizzato dall’associazione Vesevo per discutere del Puc che di qui a qualche anno vedrà la cittadina terzignese completamente “rinascere”. Ancora una volta l’associazione ha cosi schierato esperti del settore urbanistica e gli amministratori locali per cercare di conoscere, capire e soprattutto confrontarsi per fornire un valido e concreto contributo. Ad illustrare il piano l’ Ingegnere Salvatore Losco “La stesura del Piano Urbanistico Comunale, conosciuto come Puc non è stata senza dubbio facile. Ci siamo trovati a fare i conti con uno stallo urbanistico che andava avanti ormai da oltre quarant’anni, assenza totale di costruzioni fatte nel rispetto del territorio e soprattutto delle leggi. Ma a tutto c’è rimedio. Naturalmente - incalza Losco - in questo piano la grande novità è che non entrano in gioco solo la Sovrintendenza, l’Ente Parco Nazionale del Vesuvio, ma soprattutto i cittadini e gli amministratori. Il piano cosi redatto diventerà operativo solo quando finalmente saranno risolti i problemi con i condoni edilizi e visto che il piano non prevede alcuno esproprio, quando finalmente privati e amministratori concretizzeranno progettualità ed accordi. Non sarà possibile costruire nella zona ormai satura e centrale: il si sarà quindi dallo svincolo della 268 a scendere, ma un secco divieto è stato posto invece nell’entroterra terzignese. In compenso si all’aerea Pip, e di conseguenza all’insediamento industriale con annessi vantaggi dediti all’occupazione”. Ma l’appello dell’ingegnere Losco ha però ricalcato che la vera chiave di svolta risiede nel principio di identificarsi come comunità “ dobbiamo avere rispetto del nostro territorio, cercare di investire e rimboccarci le maniche, noi, in prima persona, riscoprire e rivalutare l’appartenenza al nostro paese e rispettarlo può essere davvero il primo passo”. Ad intervenire anche il Presidente del Consiglio Stefano Pagano “Mercoledi approveremo un atto importante in giunta che darà finalmente al via allo sblocco delle pratiche di condono edilizio, verrà adibito uno specifico sportello per permettere di iniziare a smaltire le pratiche. E’ un primo passa ma importante, la volontà dell’amministrazione c’è e ci sarà, per la fine dell’anno credo che si ano i tempi per iniziare a vedere muovere i primi passi del puc”. Semplice invece il contributo del sindaco Domenico Auricchio “l’impegno della nostra amministrazione si è visto ma soprattutto dimostrato, abbiamo partorito con pazienza ed impegno questo piano e finalmente ci siamo riusciti, ora si va attuato e siamo pronti anche per questo, di qui a qualche anno finalmente Terzigno vivrà il suo maggiore e meritato splendore urbanistico”. Non sono mancati momenti di confronto dove il vero contributo è arrivato dai giovani presenti in sala come l’ architetto Pasquale Datura “Non c’è dubbio che il Puc cosi redatto possa rappresentare una vera opportunità per il nostro territorio, ma quello che forse più di tutto potrà garantire anche efficienza e la riqualificazione di molti degli edifici che purtroppo sono troppo spesso l’immagina degradata di un paese. Occuparsi anche di loro per ridonare un immagine, e un locale centrale per eventuali investimenti lavorativi sarebbe un ulteriore opportunità”.Ad avvallare l’ipotesi del giovane l’architetto comunale Angelo Massa “la novità, aldilà del Puc risiede anche in un Piano già approvato denominato “Piano Colore che prevede la riqualificazione di numerosi immobili del territorio” . A chiudere gli interventi il Presidente Felice Palma che ha sottolineato l’importanza di conoscere ma soprattutto la responsabilità di tutti ad essere parte attiva di ogni azione territoriale.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.