Home > Attualità > Beneficenza, una cena spettacolo con Rivieccio e Maglione

Il ricavato per le famiglie disagiate e per l’Actli

Beneficenza, una cena spettacolo con Rivieccio e Maglione

domenica 9 dicembre 2007


SANT’ANASTASIA - Più di venti donne, imprenditrici, medici, insegnanti, mamme, tutte con una spiccata sensibilità per il sociale. Sono loro ad aver dato vita all’associazione socio culturale “Paola per Sant’Anastasia”, con sede al Parco Sant’Antonio, in via Pomigliano. L’iniziativa è stata promossa da Luisa Esposito, che ne è la presidente e che intende così ricordare, aiutando i bambini ed i giovani in difficoltà, la sorella Paola, scomparsa all’età di 16 anni. La prima manifestazione, durante la quale sarà presentata l’associazione, è una cena spettacolo, “Napoli è: cucina musica e.... solidarietà” che si terrà venerdì 14 dicembre presso il ristorante tipico “Il solito posto” nel quartiere Starza. Duecento i partecipanti che hanno già prenotato l’invito con un contributo che sarà interamente devoluto alle famiglie disagiate di Sant’Anastasia e all’associazione Actli, per la ricerca sul cancro. Alla serata, coordinata dall’attore Antonio Merone, prenderà parte il cantante Mario Maglione e parteciperanno Gino Rivieccio e Fabio Fiorillo. Luisa Esposito è dedita da molti anni alla causa dell’Actli, l’associazione che si occupa dei tumori e delle leucemie nell’infanzia, veicolando con iniziative e manifestazioni le necessità di chi vive questo dramma ancor più disastroso al Sud dove genitori di bambini, ammalati di tumori allo stadio terminale, in cura al Policlinico di Napoli ma provenienti da altre regioni, soggiornano, non avendo altri mezzi, in strutture di fortuna o addirittura in sacchi a pelo, pur di stare accanto ai loro figli. Da anni, dunque, e con incoraggianti risultati, Luisa, consigliere dell’Actli, promuove iniziative per raccogliere fondi e realizzare una casa famiglia per ospitare i familiari di chi è costretto a soggiornare a Napoli per assistere i bambini ammalati. Ora però, a questa causa, si affianca l’associazione “Paola per Sant’Anastasia”, che si occuperà non solo dei piccoli pazienti del Policlinico, ma di tutti quei bambini e quei giovani che vivono il disagio dell’indigenza, a Sant’Anastasia e altrove. “Le adesioni sono già moltissime – dice Luisa Esposito– e non posso che ringraziare la sensibilità dei miei concittadini, ma anche chi ha permesso la realizzazione dell’iniziativa, dalla disponibilità degli imprenditori a quella degli artisti che allieteranno la serata. Del resto la causa è comune, perché l’aver voluto che tutto ciò nascesse a Sant’Anastasia ha una motivazione precisa, perché questa città possa, ora ed in futuro, non salire agli onori della cronaca soltanto per vicende negative”. Alla serata presenzierà anche Mons. Bruno Schettino, Arcivescovo di Capua.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.