Home > Attualità > Abusi, denunciati funzionari dell’ufficio Tecnico del Comune

Somma. Hanno rilasciato l’agibilità ad una torrefazione priva dell’ok sanitario e edile

Abusi, denunciati funzionari dell’ufficio Tecnico del Comune

venerdì 1 luglio 2011, di Gabriella Bellini


Somma Vesuviana. Una torrefazione di caffè tenuta aperta grazie a dei certificato di agibilità e destinazione d’uso basati però sul nulla: concessi insomma senza le opportune autorizzazioni sanitarie ed edilizie. Per questi motivi sono stati denunciati un geometra dell’ufficio Tecnico comunale e un architetto dirigente del settore urbanistica. Responsabili entrambi di falso ideologico commesso in atti pubblici da pubblico ufficiale. A denunciarli i carabinieri della Stazione di Somma Vesuviana (agli ordini del maresciallo Raimondo Semprevivo) e con loro nei guai sono finiti anche marito e moglie proprietari della torrefazione di caffè che si trova in via Santa Maria del Pozzo a Somma Vesuviana, denunciati per abusi edilizi ed illeciti amministrativi.
Complessa la storia che ha riguardato la torrefazione sequestrata dai militari. Un capannone di circa 300 metri quadri in cui veniva tostato il caffè (poi rivenduto in decine di negozi), ma senza i prescritti pareri sanitari dell’Asl, e la stessa struttura era stata realizzata abusivamente. Nel 2004 la fabbrica era stata già sequestrata dai vigili urbani del Comune, in seguito a quel blitz la procura di Nola aveva emesso un’ordinanza di abbattimento e ripristino dello stato dei luoghi. Nel 2008, poi, al proprietario (fratello di un altro dipendente dell’ufficio tecnico comunale) viene rilasciato dal Comune, con il parere del geometra e dell’architetto denunciati, il certificato di agibilità e destinazione d’uso. Insomma, i due dipendenti comunali non si erano “accorti” che la polizia municipale era intervenuta e che il capannone che stavano “sanando” doveva essere invece abbattuto. Nel 2010 i vigili ritornato di nuovo in via Santa Maria del Pozzo e sequestrano nuovamente la struttura che però ha continuato ad operare fino al nuovo blitz, compiuto questa volta dai carabinieri del maresciallo Semprevivo, e che ha portato alle quattro denunce. Due delle quali a carico dei dipendenti pubblici, l’ennesime a carico di funzionari del Comune, negli ultimi mesi a finire nei guai vigili e dirigenti che hanno concesso, con fin troppa libertà, autorizzazioni e permessi.

Messaggi

  • questo è quello che ci meritiamo noi tutti sommesi,se questa gente è li a prendere buste e bustarelle per i vari favori come se fossero i padroni è colpa del popolo sommese che ha votato i vari sindaco e consiglieri che permettono tutto questo.rifondiamo il comune c’è bisogno di gente per bene

  • Gaffe definitiva del semprevigile

    Gravissimo errore dell’ormai fuori-controllo semprevigile.

    E’ notorio che il semprevigile da mesi tenta di condizionare le scelte dei funzionari, ma con questo funzionario non ha avuto successo...

    Già, di fronte una persona onesta il semprevigile va in apnea... non ragiona, sbaglia.
    Pensava forse che tutti gli architetti fossero uguali.... ma non é così, come non tutti i militari sono uguali....

    Ma, Architetto, cosa fanno i Suoi Colleghi, gli Assessori, il Sindaco, tutto il popolo "dell’armiamoci e andate" ?

    Dov’é la Politica ?

    Dove sono le decine e decine di agenti di Polizia Provinciale, Carabinieri, Forestale, Guardia di Finanza, Procuratori .... che in questi anni hanno trovato in Lei ogni supporto ?

    Quanto dovremo attendere un atto di autodisciplina ?!?

    E dove sono le Associazioni ?

    E le migliaia di cittadini che ha aiutato ?

    Insomma :

    Dov’é la gente di Somma onesta come Lei ?

    Caro Architetto, abbia pazienza, vedrà che presto sarà ripristinata decenza e legalità.

    Però ascolti il mio consiglio, li lasci perdere, lasci andare alla deriva questo sindaco che la sta barattando con parenti e amici, ritorni alle collaborazioni universitarie.
    Questo paese non La merita.

    Con stima e solidarietà.

    Com. Sei

    • Gentile Com. Sei, per caso ho letto il tuo commento e concordo con la tua lucidissima analisi. Del resto è da sempre che ratifico, senza difficoltà, ogni tuo rapporto, sapendo che sai svolgere bene il tuo mestiere e questo lo sai bene dall’inizio del ns lavoro. Anche le tue affermazioni sul soggetto dell’articolo, condivido. Non precorrere, però, l’eclatante e clamoroso successo che ritieni di conseguire. Ogni cosa a suo tempo, lo sai. Se sono rose, fioriranno. Lo dice anche il proverbio. Un complimento alla redazione ringraziandola per l’ospitalità. Ciao con stima Com. SM Otto

    • Egregio,

      ho piacere che Lei condivida la mia analisi dello stato delle cose e il giudizio sul soggetto.

      D’altra parte, é una situazione così lapalissiana che potrebbe negarsi solo astraendo dalla realtà.

      Devo escludere che Lei abbia potuto mai finanche prendere visione di un mio rapporto, figurarsi validarlo....

      Riguardo alla vittoria "del Bene sul Male", lungi dall’essere una previsione, la mia é una semplice anticipazione di quanto accadrà, di sicuro e a brevissimo termine. Con buona pace di tutti.

      Al Suo porsi malizioso - mi permetta : alla inspecteur Clouseau - altrettanto simpaticamente replico : cominci a fare le valige, la attendono a Gioia Tauro...

      Mi resta ancora da capire come sia possibile che un brillante, giovane ma esperto Servitore - passato dalla scuola del "preparo alla vita ed alle armi" - si lasci affabulare da un furbetto del quartierino .... Ma ci arriverò !

      Cordialmente.

      Com. Sei

      "Usi obbedir tacendo e tacendo morir"......

  • Sbagliare è umano....perseverare è diabolico! Può capitare che, in tanta confusione di carte, uno non ci si ritrova e "frettolosamente" emette certificazioni e pareri sommari; può capitare che in tanti incartamenti, soprattutto vecchi, una carta c’è un giorno, poi non c’è più, non la si ritrova, e quindi si va avanti anche senza; può capitare che in fretta e furia, per non compromettere la funzionalità e la produttività di una azienda si commettano, "in buona fede" errori o distrazioni; può capitare......Ma se capita molto spesso e sempre alle stesse persone allora, cari amici, non lo si può più considerare un "errore"....Quant’è il massimo delle denunce a carico di un dipendente pubblico prima che lo stesso venga rimosso o almeno spostato ad altro incarico? Io direi " una sola basta"!!!!! Taluno vi saluta

    • Ancora una volta è la superficilità il pressapochismo, la macchina del fango a macchiare e impanatanare il tutto.
      Fa bene l’arma dei carabinieri in presenza di situazioni ritenute non legali intervenire con i mezzi che il madato istituzionale gli riconosce.
      Ma la denuncia , mi chiedo, è già un giudizio?
      una sentenza?
      spetta al magistrato tutto ciò!
      dobbiamo andare oltre la news, la notizia, entrarci dentro, capire le carte,verificare le date leggere il momento storico, avere chiaro gli interessi in gioco, a chi fa comodo, a chi serve, insomma la giustizia è cosa complessa che chiede ai carabinieri di fare la loro parte sempre, sull’abuso della pubblica amministrazione, come sullo spaccio di droga, e il diffondersi delle pratiche camorristiche, e chiede a tutti noi cittadini di fare il nostro dovere sempre

    • prima di sputare sentenze bisognerebbe verificare in quali condizioni lavora l’utc comunale: carenza di personale, carenza di mezzi, a fronte di una domanda di servizi sempre maggiore! Le richieste dell’utenza aumentano ed i dipendenti sono sempre quelli.
      Prima di parlare bisognerebbe avere contezza di quello che si dice: all’utc vengono assegnate centinaia di pratiche, può succedere una carenza di controlli.

    • Si potrebbe parlare di ritardi nell’istruire le pratiche, vista la mancanza di personale, ma non della bontà delle stesse.
      Per cui ogni preposto a tale compito è responsabile delle cazzate che fà.
      Dove viviiiiiii

    • Un tremendo dubbio, Somma Vesuviana privata dei controlli di Polizia ?
      A prescindere dalla presunzione di innocenza e moralità dei singoli fino al giorno del giudizio definitivo, qualora fossero accolte le richieste avanzate, si deve costatare che tutti i tecnici dell’Ufficio Tecnico e non, del Comune, del presente e del passato hanno avuto qualche problema con i vigili, vi è ora, una loro evidente imcompatibilità ambientale e di attendibilità per collaborare alla lotta all’abusivismo. A chi si rivolgeranno per farlo? Non più certo al Comune e per parecchi anni, con i tempi che corrono! Denunce a rischio impugnazione?
      In un’aia, molti anni fa, fu ammazzata una volpe che aveva divorato tutti i pulcini di un pollaio. Al commento del padrone "t’ho! mangiate cchiù i pullicini", l’attento figlio rispose "Papà ma ..... sula a voccola è rimasta"

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.