Home > Attualità > La Festa dei Gigli non dimentica la protesta per l’acqua pubblica

La Festa dei Gigli non dimentica la protesta per l’acqua pubblica

lunedì 4 luglio 2011, di Gabriella Bellini


DA METROPOLIS DEL 4 LUGLIO

Nola. “Dopo 27 milioni di Si, vogliamo l’acqua pubblica No Gori”.
Anche la battaglia contro la società che gestisce la rete idrica ha
avuto il suo spazio ieri durante la festa dei Gigli. Quello, infatti,
lo slogan che campeggiava su un enorme striscione su di un muro nei
pressi dell’entrata della cattedrale di piazza Duomo. Negli anni non è
mai terminato il braccio di ferro tra cittadini e Gori (la società che
gestisce il servizio dall’aprile 2004) tante le battaglie cominciate
da quando la società è entrata a gestire la rete idrica in città.
L’ultima battaglia quella sui mutui relativi alla rete idrica. Insomma
la Gori deve un milione di euro al Comune di Nola e per fare in modo
che vengano incassati alcune associazioni e comitati cittadini hanno
anche presentato un esposto ala Corte dei Conti. Una cifra che avrebbe
dovuto accollarsi la Gori e che mai è stata rimborsata alle casse
comunali.Una battaglia che da Nola a Somma Vesuviana passando per i
paesi dell’hinterland vesuviano continua a restare al centro dei
riflettori. Proprio ieri altra protesta in piazza Vittorio Emanuele
III da parte dei cittadini che senza acqua ormai da giorni continuano
a chiedere “quando finirà questo incubo?siamo stanchi di aspettare”.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.