Home > Attualità > Comunicati Stampa > Questione Apicella, Mocerino (Udc): "E’ impensabile che il commissario Russo (...)

Questione Apicella, Mocerino (Udc): "E’ impensabile che il commissario Russo non partecipi ai lavori della commissione Sanità"

mercoledì 6 luglio 2011, di Comunicato Stampa


“Ritengo di non poter non stigmatizzare l’assenza del commissario Vittorio Russo. A mio avviso non riesco ad immaginare che un commissario, nello svolgere il proprio compito e le proprie funzioni, abbia impegni più impellenti, urgenti ed importanti di quello di discutere del futuro di un presidio ospedaliero come quello di Pollena Trocchia che investe una platea di oltre 450 mila abitanti. Per non parlare del ruolo strategico che lo stesso ospedale occupa nell’intera area vesuviana”. Queste sono le prime parole del consigliere regionale Carmine Mocerino a margine dell’ audizione pubblica, tenutasi ieri mattina presso la Commissione Regionale Sanità. Audizione che vedeva al centro la delicata questione della struttura ospedaliera dell’Apicella di Pollena Trocchia. “L’unico margine di azione, ha fatto notare il consigliere Udc - risiede nei piani attuativi aziendali. Dunque mi riesce davvero difficile pensare che quest’azione la si possa svolgere con l’assenza del Commissario Straordinario. Assenza che tra l’altro ritengo ricalchi, pedissequamente, quella di una politica sanitaria ospedaliera nella Napoli 3 Sud. Personalmente - ha proseguito Mocerino -pur riconoscendo che ci sono dei decreti da rispettare, resto dell’idea che la politica ospedaliera e sanitaria debba essere altra e non la mera esecuzione di freddi decreti che altro non hanno che una funzione di ragioneria contabile”. Il consigliere regionale ha poi posto l’accento su quello che è il ruolo della commissione della quale fa parte. “Questa Commissione, che svolge il ruolo e la funzione di prima istanza verso quelle che sono le aspettative, le attese, le richieste, le necessità e i bisogni della popolazione, deve aiutare la politica a riappropriarsi del proprio ruolo. E’ una presa d’atto di responsabilità in un percorso che mi rendo conto essere stretto, ma nel quale dobbiamo necessariamente inserirci e svolgere il nostro ruolo e la nostra funzione. Solo dopo aver compiuto fino in fondo questo percorso ed aver valutato tutte le possibilità- ha concluso Mocerino potremmo dire di aver fatto il nostro dovere”.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.