Home > Politica > Ottaviano. Terremoto politico: al via nuove realtà politiche mentre il Pd (...)

Ottaviano. Terremoto politico: al via nuove realtà politiche mentre il Pd collassa

sabato 9 luglio 2011, di Giovanna Salvati


Ottaviano. Mentre il Pd collassa il Fli si organizza. E’ ormai noto che la politica cittadina ad Ottaviano sembra per certi versi rimanere un po’ congelata. Da una parte infatti quella politica di opposizione che continua a remare in modo critico, a tratti , verso la maggioranza del tricolore Mario Iervolino, seppur con qualche membro che sempre più sembra “voltar gabbana” e sposare il primo cittadino. Sul fronte opposto i componenti della maggioranza che tra crisi di identità non ancora ufficialmente chiarite, vedi il consigliere Michele Saggese e il caso di mancata adesione “ufficiale” al Pd (basta notare una semplice convocazione di consiglio per notare incongruenze partitiche), che detta sicuramente un incertezza e suggerisce un mancato equilibrio tra le stesse parti, si aggiunge inoltre lo scalpitare di altri che chiedono a tutta forza un rimpasto di giunta nei prossimi mesi. Insomma un addizione che almeno sul fronte maggioranza sembra suggerire panorami non del tutto rosei. E cosi mentre il Pd non se la passa per nulla bene, nel frattempo la destra, quella che resiste o quella sopravvissuta, si organizza e apre scenari di alternative politiche, che chissà non si proietti nodi qui a qualche anno ad una presa del palazzo municipale. Tempo era l’Udc che aveva iniziato a muovere i primi passi e a cercare di costruire l’altra faccia di un paese che esiste e vuole emergere. Lo aveva fatto con il nome di Biagio Simonetti che senza grosse difficoltà aveva sposato il partito udiccino, di qui apertura di circoli giovanili e direttivi però ancora nulla. “Tempi prematuri” forse si, ma chi prima inizia è già a metà dell’opera. Ma quest’opera per ora apre lo spazio ad una nuova realtà,quella del Fli. Sono infatti 101 cittadini che hanno aderito al manifesto politico di Futuro e Libertà e hanno deciso di impegnarsi in prima persona per migliorare la propria città e il futuro delle nuove generazioni. Ieri si è tenuto il primo congresso cittadino che ha nominato per acclamazione il nuovo Coordinatore Cittadino di Fli, Michele Visone e il suo comitato direttivo composto da: Elena Finocchietti, Aniello Saviano, Michele Pizzo, Pasquale Saviano e Michele Sessa . “Fli Ottaviano? Il partito dei fatti – afferma Michele Visone che abbiamo incontrato nel suo “quartier generale” – un partito che non punta il dito su nessuno. Criticare chi ha amministrato in passato è scontato e poco propositivo. Noi ci misureremo su ciò che faremo perché è su quello che vogliamo essere giudicati e apprezzati”. Punta all’ascolto, alla conoscenza del territorio, al’elaborazione dati, proposta di idee e soluzioni e soprattutto all’azione Visone “ Come nella vita, anche nella politica, bisogna essere decisi, responsabili, trasparenti e non legati a sistemi figli dei soliti compromessi”. A suggellare il matrimonio tra Fli ed Ottaviano sarà il vice coordinatore nazionale Italo Bocchino che inaugurerà la sede in via Corso Umberto Venerdi pomeriggio.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.