Home > Cronaca > “Se dici W Berlusconi 10% di sconto”

“Se dici W Berlusconi 10% di sconto”

martedì 12 luglio 2011, di Gabriella Bellini


DA METROPOLIS DEL 12 LUGLIO

“Oggi chi dice Forza Berlusconi alla cassa avrà il 10% di sconto, niente sconto ai comunistoidi” , e ancora se non fosse chiaro il concetto “Giornata berlusconiana, per tutti i sostenitori del governo se dici w Berlusconi subito alla cassa 10% di sconto ed un simpatico omaggio”. Annunci, quantomeno discutibili, apparsi sulla pagina Facebook (fino a ieri ufficiale) di un supermercato Conad di Pomigliano d’Arco. Fino a ieri appunto, sulla bacheca campeggiavano normali comunicazioni di servizio e pubblicità per sconti e promozioni poi la decisione da parte del gestore di fare la propaganda a Berlusconi contro gli elettori di sinistra. Una situazione che ha indignato non pochi cittadini pomiglianesi che prima hanno risposto direttamente sul social network beccandosi dei “Morti di fame”, ma che poi hanno deciso di contattare il
numero 081/8159111. Il recapito della cooperativa che gestisce i punti Conad in Campania, ed è stato proprio il responsabile a rispondere che sono giunte più segnalazioni a riguardo è che prenderanno i provvedimenti del caso affinchè non si associ il nome Conad ad una questione simile
Oltre ai “comunisti”, anche altri si sono indignati. A sollevare il caso, realizzando anche un video su You Tube i giovani del Movimento Cinque Stelle. Ad un giovane che diceva di non volere lo sconto e volere pagare il doppio rispondeva il “Conad” pomiglianese: “ “Allora non venire noi i comunisti li odiamo, vogliamo solo gente berlusconiana” e ancora “i soldi ce li hanno solo i berlusconiani non i morti di fame come voi comunisti!”. E ancora a Luigi, uno degli esponenti del Movimento che sottolineava che “il caldo vi ha dato chiaramente alla testa.....” replicavano: “Caro Luigi voi e Beppe Grillo siete chiaramente invidiosi del potere di Silvio e della gente come noi che ha i soldi! Voi potete fare la spesa solo al Lidl o alla Dico dove vanno i poverelli”. “Ci chiediamo se sono possibili tali discriminazioni e se tutti i cittadini di Pomigliano, berlusconiani e non, ricchi e meno ricchi, possano ancora continuare a fare la spesa alla Conad di Pomigliano”, hanno affermato i responsabili del Movimento, “Noi non spenderemo più un euro alla Conad”. Una campagna di boicottaggio che in poche ore ha coinvolto molti, tanto che la pagina è improvvisamente stata cancellata, al supermercato in questione nessuno ha più risposto al telefono per dare una qualsivoglia spiegazione e solo qualche utente “anonimo”, ha commentato il video facendo sapere che i titolari del negozio ignorano quando accaduto e anzi hanno già denunciato l’episodio alla polizia postale. Bufala o verità? L’amore-odio per Berlusconi ha infiammato la città almeno per un pomeriggio.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.