Home > Politica > Terzigno. L’ex mattatoio a Città dei Bambini porterà il nome di "Agostino (...)

Terzigno. L’ex mattatoio a Città dei Bambini porterà il nome di "Agostino Palomba"

martedì 19 luglio 2011, di Giovanna Salvati


Terzigno. L’ex mattatoio convertito in “Città dei bambini” sarà intitolato al Maestro Agostino Palomba: la proposta arriva dall’Udc. Sottoposta ai componenti del consiglio comunale, l’idea di dedicare l’ex mattatoio quasi riqualificato e battezzato come “Città dei bambini” al professore Agostino Palomba porta la firma del consigliere comunale Nunzio Avino in rappresentanza del gruppo udiccino che ormai da mesi siede tra i banchi della maggioranza e che proprio qualche giorno fa ha conquistato una poltrona nell’esecutivo di Domenico Auricchio con la delega all’informatizzazione,attività produttive e politiche extracomunitarie con l’investitura del giovane Pasquale Ciaravola. Ma ora è la volta del veterano politico Nunzio Avino che continua a lavorare all’interno della compagine dello scudocrociato e con essa portare quel fondamentale contributo che più volte aveva promesso. Detto fatto. Anche con questa proposta Avino sigilla una proposta che rispolvera la forte personalità di un uomo semplice ma carismatico che con impegno e professionalità si è donato ai terzignesi: Agostino Palomba. “Nasce facile poter intitolare al maestro Agostino Palomba – spiega il consigliere Nunzio Avino - l’immobile dell’ex mattatoio convertito in centro polifunzionale per i bambini del nostro paese e non solo, non alchimie politiche né alchimie contabili a sostegno di questo atto deliberativo, ma solo il naturale riconoscimento per chi ha voluto segnare con il suo operato sul nostro territorio una generazione di giovani e non. La persona umile, ancorchè colta, con una visuale umana ed intellettuale espressa a trecentosessanta gradi per la nostra collettività, ha consensito all’opera del professor Palomba di esplicarsi avviando e coinvolgendo giovani e non ad un modo di pensare diverso, basato sulla conoscenza, sulla cultura e sulla solidarietà”. “E’ pleonastico ed aggiuntivo il riconoscimento – incalza il rappresentate dell’Udc - che il maestro Palomba ha avuto, dall’inizio della sua attività sul nostro territorio e fuori da esso, da parte di tanti cittadini comuni ed intellettuali”. Il professore Palomba fu uomo di grande cultura e l’eredità che oggi ha lasciato ai suoi concittadini è quella composta dal suo grande impegno nella scuola, nell’arte, nella prosa, nella poesia e non da ultimo, nel sociale per i valori umani dell’eguaglianza e della solidarietà. “Elencare tutti i riconoscimenti – conclude Avino - sarebbe riduttivo con tema di dimenticarsene qualcuno, tra i tanti riconosciutigli, anche importanti, abbiamo colto come amministrazione la migliore opportunità per poterlo ricordare e dedicargli, in memoria, tale struttura, proprio perché essa contempera i capisaldi strutturali, materiali ed immateriali, che consentono la crescita dei bambini attraverso il fatto educativo, morale, culturale, ludico ed artistico”. A complimentarsi con la proposta anche il sindaco Domenico Auricchio “La crescita di una collettività si misura, anche e soprattutto, attraverso l’esempio che il professore Agostino Palomba ha fornito di sé alla nostra collettività in termini di esempio e di insegnamenti, quindi ricordarlo intitolandogli una struttura che sarà a servizio dei cittadini di domani ben venga per noi tutti”.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.