Home > Politica > Ottaviano. Approfondimento Sentenza D’Ambrosio/ A 23 anni fu eletto (...)

Ottaviano. Approfondimento Sentenza D’Ambrosio/ A 23 anni fu eletto consigliere nella Dc, ecco il personaggio

martedì 26 luglio 2011, di Giovanna Salvati


Ottaviano. E’ la condanna di Giovanni D’Ambrosio, “Cappottaro” a chiudere un importante capitolo di storia politica della cittadina ottavianese. Un punto e a capo, persino per il suo antagonista Mario Iervolino, che cosi vede l’emblema del centro destra ottavianese, il pomo della discordia per le mancate alleanze, finire la sua carriera politica in un solo colpo. Ma chi è davvero Giovanni D’Ambrosio? Il suo regno politico è quello della frazione di San Gennarello, è li che nasce 49 anni fa, penultimo di nove figli. Si laurea in Giurisprudenza Presso l’Università degli Studi Feederico II di Napoli ma la sua vera passione, porta il nome di “politica”. Ha appena 23 anni quando entra nel consiglio comunale, la prima esperienza per lui è nella lista della Democrazia Cristiana. Nel 1989 viene riconfermato consigliere ma dopo un anno, per lui arriva la promozione : viene eletto per la prima volta Sindaco di Ottaviano (dal consiglio comunale) e resterà in carica sino al 1992. Nel 1993, ci riprova, e con la civica di centrodestra “Rinnovamento cattolico democratico” , incassa con un guiness di voti, la poltrona da sindaco (con elezione diretta). E’ il 1995 e D’Ambrosio e riesce, persino ad ottenere la carica di Consigliere Provinciale. Tante le ambizioni per un uomo che inevitabilmente non smette di far parlare di se. Lo farà anche nel momento buio. E’ il 10 luglio del 1997 quando il prefetto Achille Catalani sospende per camorra il consiglio comunale di Ottaviano. Da quel momento solo pioggia e temporali. Nel 2004, D’Ambrosio viene condannato, per la truffa Italgest, in primo grado, che lo vede coinvolto negli anni in cui è sindaco, a 3 anni e 6 mesi di reclusione per reati di peculato, nonché interdizione perpetua dai pubblici uffici. Ma D’Ambrosio non si ferma e ci riprova: obiettivo sconfiggere Mario Iervolino e riconquistare la poltrona da sindaco. Ma per ben due volte il risultato è lo stesso: nel 2004 e nel 2009 arriva al ballottaggio con Iervolino, ma in entrambi i casi il risultato lo vede sconfitto.
(Metropolis 26 Luglio 2011)

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.