Home > Politica > Somma Vesuviana, sfiducia a De Filippo. I consiglieri del Pdl raccolgono le (...)

Somma Vesuviana, sfiducia a De Filippo. I consiglieri del Pdl raccolgono le firme da consegnare al sindaco Allocca

mercoledì 27 luglio 2011


Somma Vesuviana. “Il “patto della pizza” sarà rispettato e Vittorio De Filippo sarà sfiduciato prima e sostituito poi dal ruolo di capogruppo del Pdl in consiglio comunale”. Mancano solo la certezza ed i dovuti formalismi politici, ma sembrerebbe che la carica di capogruppo dei pidiellini a Palazzo Torino di Vittorio De Filippo abbia le ore contate. Ad annunciarla una fonte anonima della maggioranza del sindaco Allocca che avrebbe sottoscritto un documento per sfiduciare il giovane avvocato. Promotore dell’iniziativa, come nella prima occasione (quella in cui si sarebbe dovuto stringere un patto di ferro tra diversi consiglieri del Pdl di fronte ad una entusiasmante e fumante pizza preparata al Gold Lion) Giuseppe Di Palma. Al momento non sarebbero note le motivazioni dell’atto di sfiducia nei confronti dell’attuale capogruppo (così come non furono mai ufficializzate le motivazioni della sostituzione di Antonio Granato a cui subentrò proprio De Filippo). Si sa però che la fronda interna al primo partito cittadino sarebbe composta dallo stesso Di Palma, da Riziero Esposito, da Costantino Beneduce, da Giuseppe Sommese, da Antonio Parisi e dall’assessore Pietro Corcione. Non si ha invece certezza se ci siano altri consiglieri aggregati alla “fronda della pizza”. Si vocifera invece che tra i nomi che avrebbero rifiutato di sottoscrivere l’atto ci sarebbero Nunzio Iorio e Michele Cimmino. Continuano dunque le grandi manovre carsiche nel Popolo della Libertà. Secondo indiscrezioni il sindaco Raffaele Allocca, nelle cui mani dovrà essere consegnato il documento, anche se non contento della scelta non si opporrebbe ufficialmente all’atto. A quest’ultimo dovrebbe seguire il solito giro di consultazioni per comprendere chi possa eventualmente prendere il posto dell’attuale capogruppo. In pole, manco a dirlo, lo stesso Giuseppe Di Palma che punterebbe a ritagliarsi uno spazio politico maggiore rispetto a quello di cui gode in questo momento. E’invece ancora sospesa la questione delle deleghe agli assessori. Ad oggi, Tommaso Granato, Pietro Corcione ed Emanuele Coppola, nonostante abbiano firmato l’incarico (e nonostante si presentino al pubblico come assessore alle Politiche sociali il primo ed assessore alla Cultura l’ultimo) sono ancora senza deleghe nell’attesa che il primo cittadino riesca ad ordinare i tasselli nel complicato gioco delle poltrone in Giunta.

Messaggi

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.