Home > Politica > Terzigno. Affissioni pubblicitarie abusive: scatta la task force per (...)

Terzigno. Affissioni pubblicitarie abusive: scatta la task force per censire gli spazi

venerdì 29 luglio 2011, di Giovanna Salvati


Terzigno. Tabelloni pubblicitari: scatta l’interrogazione al palazzo municipale. A sollevare il caso è il consigliere di minoranza Francesco Nappo. La società Aipa aveva presentato, in esecuzione della norma contrattuale, l’elenco degli impianti delle pubbliche affissioni e degli spazi pubblicitari per il posizionamento e sostituzione dei tabelloni esistenti il 21 ottobre del 2008, e solo dopo due anni dalla presentazione del piano, il 9 Luglio del 2010, la conferenza dei Servizi indetta dal Segretario Comunale con i responsabili sei servizi interessati, ha espresso parere favorevole all’installazione dei tabelloni per l’affissione e degli spazi pubblicitari. Il passo successivo, quello di competenza dell’esecutivo di maggioranza aveva visto dopo pochi giorni la Giunta Comunale con l’ atto n. 80 deliberare sull’approvazione dell’elenco degli impianti per le pubbliche affissioni. “Quello che chiediamo – spiega Nappo – è di conoscere il numero degli stendardi o tabelle murali posizionati sul territorio Comunale divisi per tipo di impianti ( Istituzionale, Commerciale e Funebri ) per strada, con l’esatta ubicazione, numero civico, dimensioni spazio e tipologia ( Bifacciale o Monofacciale). Inoltre, dati gli immancabili episodi che sempre più si manifestano in città su affissioni abusive, conoscere la superficie totale destinata alla pubblica affissione, divisa per affissioni istituzionali, funebri e commerciali e se gli impianti divisi per destinazione d’uso, come riportato nella cimasa , rispettano tale destinazione”. Una richiesta specifica che senza dubbio sottolinea l’intento del consigliere comunale di minoranza Francesco Nappo di evitare che in futuro ogni angolo della cittadina si trasformi in un vero e proprio luogo per ospitare manifesti abusivi. “Non sappiamo nemmeno la data dell’ultima manutenzione effettuata sugli impianti con la relativa comunicazione agli uffici Comunali – conclude Nappo – eppure un paese che segue regole del vivere civile, tutto ciò è fondamentale ed è alla base”.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.