Home > Attualità > Binari interrati e fermate, 120 milioni di euro per 5 Comuni (...)

Binari interrati e fermate, 120 milioni di euro per 5 Comuni Nolani

sabato 6 agosto 2011


Nola. Un maxi finanziamento che riguarda il raddoppio di circa 5 chilometri di ferrovia, a partire dal Comune di Scisciano fino a quello di Cimitile, passando per le stazioni di Strocchia e Feudo (entrambe da realizzare), Saviano, Nola e Cimitile. “Parte da Nola il Piano Sud del governo Berlusconi”, afferma il presidente della commissione Agricoltura e parlamentare del Pdl Paolo Russo, “Sono ben 120 i milioni assegnati al progetto di interramento della linea ferroviaria della Circumvesuviana, nella tratta Saviano – Feudo – Nola. E’ questo il segnale che l’esecutivo nazionale crede ed investe nella centralità e nelle potenzialità di un’area che rappresenta il fulcro di una prospettiva di sviluppo e di crescita basata sul terziario, sulla cultura, sul turismo oltre che sul miglioramento delle condizioni di vivibilità per cittadini ed imprese. Siamo passati dal finanziamento di fontanine, piazze e marciapiedi a progetti che incidono positivamente e concretamente sul contesto locale facendolo diventare strategico rispetto all’intera regione. Così si mette in atto per la prima volta una strategia che coniuga lavoro e sviluppo: da una parte c’è il lavoro, che attraverso la realizzazione del progetto arriverà alle imprese generando nuova occupazione, dall’altro c’è lo sviluppo determinato dalla riduzione delle distanze chilometriche, culturali, tecnologiche ed economiche tra cittadini”. Il Cipe (Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica) ha, infatti, dato il via libera a circa 7,5 miliardi di euro con cui sbloccare una serie di opere infrastrutturali al Sud. L’intervento che interessa Nola permetterà di eliminare numerosi passaggi a livello favorendo così il decongestionamento del traffico cittadino, l’abbattimento dei tassi di inquinamento e la realizzazione di opere al servizio dei cittadini. Progetto presentato ieri in conferenza stampa (nella foto). “ E’ una vittoria della buona politica – commenta il sindaco di Nola, Geremia Biancardi – la testimonianza concreta che lavoriamo responsabilmente per il riscatto di Nola e per il suo territorio. E’ per questo motivo che ringrazio il presidente del Consiglio Berlusconi, la Regione Campania con il governatore Caldoro ed il presidente della commissione Agricoltura della Camera dei deputati Paolo Russo che ha sostenuto le ragioni della nostra e della sua terra. Raddoppiando ed interrando 5 chilometri di tratta ferroviaria il governo non solo ha cancellato un problema antico della nostra città ma ha anche e soprattutto moltiplicato le possibilità di crescita di un’area che diventerà ancora più a misura d’uomo, di impresa e di turista”.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.