Home > Attualità > Comunicati Stampa > Pollena, l’accusa dell’Udc: "L’ospedale muore e la politica è assente"

Pollena, l’accusa dell’Udc: "L’ospedale muore e la politica è assente"

sabato 6 agosto 2011, di Comunicato Stampa


Pollena Trocchia. Mercoledì sera hanno partecipato all’incontro chiesto da Cittadinanzattiva di Pollena Trocchia, i consiglieri di maggioranza di Pollena Trocchia, DUE soli consiglieri dell’opposizione (Giovanni Onore e Aldo Maione), il segretario PD e l’Assessore Nocerino di Massa di Somma, il capogruppo PDL di S.Anastasia, oltre i segretari cittadini della Federazione della Sinistra, del PD e UDC ed i sindacati di categoria.

Dopo acceso dibattito, le associazioni hanno ottenuto l’impegno del sindaco Pinto per la convocazione di Consiglio Comunale straordinario allargato ai sindaci dei comuni di San Sebastiano, Massa di Somma, Volla, Cercola e Sant’Anastasia nel giorno di lunedì 8 agosto.

“E’ sicuramente sconcertante la massiccia ASSENZA delle istituzioni dei comuni limitrofi, ma è VOMITEVOLE la quasi totalitaria defezione dei consiglieri di opposizione di Pollena Trocchia!

L’apice del disgusto si è raggiunto quando, dopo l’insistente richiesta fatta a Pinto anche da alcuni consiglieri della sua maggioranza di indossare la fascia tricolore e lottare al fianco delle associazioni e dei cittadini, il Sindaco si è praticamente tirato fuori (come del resto ha fatto fin ora) dichiarando che il suo impegno si sarebbe limitato al ricorso al TAR approvato nell’ultimo consiglio comunale.”

Intanto, i vertici dell’ ASL NA 3 SUD hanno affisso i manifesti che decretano la morte del Pronto Soccorso del nosocomio di Pollena Trocchia !!!

GRAZIE SINDACO PINTO!

Udc Pollena Trocchia

Raffaele Di Fiore

Messaggi

  • cosa dire... se il pronto soccorso dell’apicella chiude non è solo colpa del Sinndaco Pinto...anzi l’ospedale di Pollena doveva proprio chiudere secondo la legge 16,legge varata dal governo Bassolino, a fovore di un nuovo ospedale a Pomiglliano d’Arco per, per rendere felice un servitore del Bassolinismo. Sono dieci anni che tentano di chiudere il nosocomio Pollenese ma nessuno ha mosso un dito...ne i Maione che hanno governato dal 2003 al 2008 e nemmeno i governi precedenti...non parliamo poi dell’Udc, a livello locale vantano la presenza di un assiduo frequentatore del Palazzo alias Giovanni Onore, che in questi anni si e distinti solo per aver migliorato la propria posizione (vedi le figlie assunte nel servizio civile), Raffaele Di Fiore poi non si capisce se rappresenta un movimento cittadino o un partito, ad ogni modo l’unico suo scopo è quello di fare campagna elettorale. Il Sindaco Pinto cosa deve fare???? DIFENDERE L’OSPEDALE come deve farlo??? con tutti gli strumenti possibili e mi pare che questi siano stati utilizzati (vedi ricorso al TAR) in tutto questo dibattito mancano i Sindacati le associazioni ed i cittadini.....i quali danno l’impressione di saper solo criticare sedendosi passivamente a guardare gli eventi.....Le rivoluzioni partano dal basso e si organizzano senza interessi alcuno... Credo che Pinto non possa fare di più, adesso la palla deve passare a chi deve animare la RIVOLTA POPOLARE...... NRV

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.