Home > Politica > Ottaviano. Pioggia di incarichi per gli iscritti all’albo: ma su 368 idonei (...)

L’appello dei cittadini "date spazio ai giovani"

Ottaviano. Pioggia di incarichi per gli iscritti all’albo: ma su 368 idonei il Comune sceglie nuovamente i colleghi del consigliere comunale

"Nessun procedimento illegale, ma violato nuovamente il principio di democrazia"

domenica 21 agosto 2011, di Giovanna Salvati


Ottaviano. Un paese che cambia, ma soprattutto che cresce, questa la sintesi di una macchina amministrativa che nel giro di una settimana ha messo a servizio dei cittadini tre opportunità di crescita e sviluppo con i bandi, prima, relativi all’affidamento dei rifiuti, parcheggio cittadino e servizi assicurativi, e poi quelli relativi alla realizzazione dei lavori di manutenzione ordinaria della copertura del Palazzetto dello Sport di via San Leonardo con il completamento dell’opera e in più i lavori di manutenzione straordinaria dello stadio comunale. Ma è proprio su quest’ultimi lavori che scatta la polemica. Se da una parte è lodevole l’impegno di chi amministra nel cercare di sollevare le sorti di una città attraverso opere pubbliche, che comunque siano, serviranno a garantire uno spazio per le attività sportive adeguate, o come il precedente affidamento per la tensostruttura permanente come polo polivalente di attività, e la stessa istituzione delle strisce blu che finalmente disciplineranno la sosta selvaggia e con essa anche qualche automobilista . Sul fronte opposto, analizzando la documentazione, ecco che scatta l’analisi verso chi, attraverso l’albo dei professionisti accreditati al comune, ha ricevuto proprio in questi giorni, mandato di affidamento di incarichi proprio per le opere che di qui a qualche mese si dovranno realizzare in città. Ma procediamo con ordine. Nel dettaglio a far scattare l’analisi nelle procedure di assegnazione degli incarichi, sono stati i nominativi che, ancora una volta, ricevono incarichi dall’ente amministrativo, e fin qui nulla di nuovo,o meglio di illegale, viceversa tutto in piena linea con quelle che sono le norme giuridiche. Ma il principio di democrazia, quello senza dubbio sembra però latitare, stando agli atti, e non è la prima volta . Il comune infatti, per garantire un omogeneità nell’affidamento di incarichi ad esterni, un mese fa, decide di riaggiornare l’albo dei professionisti nel settore tecnico attraverso avviso pubblico. Un albo, che ha come unico scopo, quello di attingere a figure esperte che possono cosi prestare la loro professionalità nel settore di competenza. E cosi era stato nel 2010 e cosi anche nel 2011. Quello che però appare anomalo è la frequenza con la quale, due professionisti, rispettivamente architetto e geologo, puntualmente percepiscono incarichi. Eppure nell’albo sono 368 gli iscritti che hanno i requisti e di questi circa 150 sono architetti, 20 geologi, il restante invece, geometri e ragionieri. E allora la domanda, per dirla alla Marzullo, nasce spontanea: perché la fortuna bacia sempre gli stessi professionisti? Nulla toglie le competenze e i curricula di entrambi, ma c’è da specificare che gli stessi risulterebbero però associati nello stesso studio di un consigliere comunale. Questo forse il segreto di tanti incarichi? Se ne condividano solo una sede o anche gli incarichi questo non è certo, ma sicuramente un pò di conti sono d’obbligo: nel 2010 ricevono ben tre incarichi rispettivamente di 488euro, 7.892,70 euro e 16.567,75 euro, e nel 2011di 4.566,63 euro, 14.500,00 euro e l’ultimo di 7.00,00 euro, ovvio che il totale fa la somma. Sicuramente tra i 368 iscritti all’albo almeno un principio di democrazia sarebbe stato dovuto adottare, soprattutto se poi la maggior parte delle mansioni ricoperte siano solo quelle di direzione dei lavori, coordinamento della sicurezza e completamento sismico-strutturale, che in media sembrano essere incarichi base che vengano affidati ad un normale professionista del settore.
(Metropolis 20 Agosto 2011)

Messaggi

    • Gentile Lettore Max,
      se vuole nomi o raccogliere ulteriori dettagli può farlo lei direttamente: sul sito istituzionale del Comune di Ottaviano può consultare tranquillamente l’elenco in primis degli iscritti all’albo e se vuole invece conoscere nomi ed incarichi, alla voce "Albo Pretorio online", sezione "Tutte le pubblicazioni" può visionare gli atti in questione. Ho cercato di tutelare per privacy i nomi, perchè la legge della trasparenza amministrativa obbliga la pubblicazione degli atti che sono consultabili a tutti. Per quanto riguarda il caso Ecologia Saba,gentile Montalbano, nelle prossime settimane ci saranno altre pubblicazioni relative alla vicenda, purtroppo ci sono indagini in corso che sono protette da segreto d’ufficio, quando ci verranno comunicate dagli inquirenti saremo i primi a comunicare l’evoluzione della vicenda. Mi auguro di essere stata esaustiva. Buona serata. Giovanna Salvati

  • Informateci di Ecologia Saba, forse dopo Volla? chi sà? bravi i furbetti, per il momento hanno il coltello dalla parte del manico.

  • Io non me la prendo con il comune che da l’incarico, ma con i professionisti che hanno sputato nel piatto dove ora mangiano dimostrando ancora una volta il potere del grande sindaco Mario Iervolino. Grande sindaco...ha una città sotto lo schiaffo...sei potente e hai dimostrato quello che in campagna elettorale sbandieravi "me li compro per quattro soldi"!!!!

  • Gentilissima Dottoressa Salvati,complimenti per essere rimasta al lavoro nonostante il periodo festivo.
    Vorrei esprimere anch’io alcune considerazioni sul tema dell’articolo.

    Come Lei ben sa sono contrario all’Intuitu Personam per selezionare i candidati a nomine pubbliche, a prescindere. E’ un istituto di cui si avvalgono molte pubbliche amministrazione e che presta facilmente il fianco a critiche,anche se il nominato fosse Renzo Piano e il suo emolumento zero euro.
    Lei ha fatto bene,anzi benissimo a sottoporre all’opinione pubblica il caso di tecnici nominati dall’Amministrazione Comunale che sono vicini a consiglieri comunali. Per me vale il detto: Cesare non deve essere solo trasparente,deve anche apparirlo.

    Sa però cosa mi sembra strano in tutta questa campagna giornalistica portata avanti da Lei e dal suo giornale?
    Il fatto che Lei,come noto è anche corrispondente da San Giuseppe Ves. e da Terzigno, questi casi non li ha mai notati,o per lo meno non con tanto impegno nei suddetti comuni
    Eppure noi sappiamo che per anni singoli cittadini si sono opposti al meretricio dell’Intuitu Personam portato avanti dall’ex amministrazione Ambrosio senza che Lei, e neppure il suo giornale,si ponessero domande tipo :" Ma sarà vero che i tecnici al Comune di San Giuseppe Ves. sono nominati perchè nella migliore delle ipotesi organici al sistema clientelare messo su da sindaco & Co.????"
    Come ha potuto dimenticare che ne Lei ne il suo giornale si sia fatto domande sui componenti di un intera lista elettorale, delle famose dodici liste in appoggio alla candidatura Ambrosio,composta da giovani appartenenti alle liste della Legge 328???
    Potrei continuare all’infinito con esempi simili fino ad arrivare alle ultime nomine del 01/01/2011 durate,per fortuna,solo 17 giorni grazie al ritorno dei Prefetti.
    Ricorda Dottoressa Salvati? C’era addirittura un politico che ha cambiato più partiti che camice,altro che un ragazzino con un contratto da 500 euro.

    Con questo non voglio scusare l’Amministrazione Iervolino ne tanto meno diluire il problema con un popolusta :" ...tanto lo fanno tutti...."
    Assolutamente. Quello che voglio dire è che mentre nell’Area Vesuviana assistiamo a Comuni sciolti per infiltrazione mafiosa,a sindaci denunciati da imprenditori per mazzette,a sindaci che mentono in diretta a network nazionali, ad Ottaviamo abbiamo un’Amministrazione che ha fatto della trasparenza il suo cavallo di battaglia (grazie anche alla Legge Brunetta ) della Legalità il suo punto di riferimento,ribadito da magistrati di livello nazionale venuti più volte a dibattere pubblicamente in manifestazioni organizzate dal Comune o che comunque avevano il Comune come sponsor. Insomma ci troviamo di fronte ad una normale gestione della cosa pubblica con tutti i pro e i contri, non certo di fronte a clan che agiscono nell’ombra e considerano il pubblico denaro un’affare privato da gestire fra i soliti noti.

    Alla Dottoressa Bellini che stimo particolarmente vorrei chiedere: " Ma che senso ha pubblicare insulsi commenti anonimi per poi attaccarli a male parole?, non sarebbe meglio non pubblicarli e basta?"

    Vi ringrazio dello spazio che vorrete concedermi.
    MIMMO RUSSO

    • “Gentilissima Dottoressa Salvati,complimenti per essere rimasta al lavoro nonostante il periodo festivo”. Gentilissimo Mimmo Russo, lei è sempre cosi squisito ed attento, grazie per i complimenti, ma sa è la mia passione per un lavoro che non giudico tale, bensi una “missione” che mi spinge a raccontare i fatti, indipendentemente dal periodo estivo, festività o altro.
      “Sa però cosa mi sembra strano in tutta questa campagna giornalistica portata avanti da Lei e dal suo giornale?” Non è una campagna giornalistica, bensi il nostro lavoro che si limita semplicemente a raccontare fatti e basta.
      “ Il fatto che Lei,come noto è anche corrispondente da San Giuseppe Ves. e da Terzigno, questi casi non li ha mai notati,o per lo meno non con tanto impegno nei suddetti comuni”. Non è stato attento signor Russo, ci sono una serie di articoli che non sto qui ad elencare che evidenziano le stesse incongruenze in altre amministrazioni. Non faccio eccezioni,mi limito solo a segnalare fatti, eventi oggettivi, raccontare ai miei lettori quello che accade in una macchina amministrativa e lo faccio in ogni paese con la stessa linea alla quale sono obbligata per etica giornalistica a rispondere “riportare i fatti e basta”, se poi dal mio raccontare c’è chi prende spunto per indagini, come avvenuto in qualche paese che lei sa bene, ben venga per un principio di legalità, che non guasta mai.
      Lei inoltre puntualmente mi riporta esempi che sono vicini alla sua cittadina, non ultimo, mi scrive “Come ha potuto dimenticare che ne Lei ne il suo giornale si sia fatto domande sui componenti di un intera lista elettorale, delle famose dodici liste in appoggio alla candidatura Ambrosio,composta da giovani appartenenti alle liste della Legge 328??” Io non ero ancora la corrispondente di zona, pertanto non potevo sapere e né potevo scrivere.
      “Con questo non voglio scusare l’Amministrazione Iervolino ne tanto meno diluire il problema con un popolusta :" ...tanto lo fanno tutti...." Russo guardi che qui nessuno ha punito l’amministrazione Iervolino, anzi nel mio testo specifico che non c’è nessuna violazione di legge o di trasparenza, se qualcuno parla di incompatibilità o meno spetta alle autorità competenti approfondire, certamente non è mio compito e né sono interessata a farlo: non sono un giudice o un garante dello stato che mi occupo della trasparenza o del rispetto delle regole. Io le ribadisco che come tutti i giornalisti leggo documenti che parlano da soli.
      “Quello che voglio dire è che mentre nell’Area Vesuviana assistiamo a Comuni sciolti per infiltrazione mafiosa,a sindaci denunciati da imprenditori per mazzette,a sindaci che mentono in diretta a network nazionali, ad Ottaviamo abbiamo un’Amministrazione che ha fatto della trasparenza il suo cavallo di battaglia (grazie anche alla Legge Brunetta ) della Legalità il suo punto di riferimento,ribadito da magistrati di livello nazionale venuti più volte a dibattere pubblicamente in manifestazioni organizzate dal Comune o che comunque avevano il Comune come sponsor. Insomma ci troviamo di fronte ad una normale gestione della cosa pubblica con tutti i pro e i contri, non certo di fronte a clan che agiscono nell’ombra e considerano il pubblico denaro un’affare privato da gestire fra i soliti noti”. Le rispondo da cittadina e non semplicemente da giornalista : sono fiera che nel mio paese ci sia l’incubo della Legalità, ma non bastano convegni, dibattiti o manifestazioni, ci sono i fatti che debbano confermare quello che magistrati di livello nazionale vengono a pubblicizzare da un pulpito per qualche ora e poi va via: è arrivato e ha soggiornato qualche ora il magistrato di cui lei parla, ma poi? Non vive qui, come io non vivo nella sua San Giuseppe Vesuviano: immagini il turista che venga a visitare il suo paese dove lei ogni giorno combatte per principi sani e che commenti “però è tranquilla come città, è proprio vivibile” e magari non la vive 365 giorni all’anno come fa lei.
      “Alla Dottoressa Bellini che stimo particolarmente vorrei chiedere: " Ma che senso ha pubblicare insulsi commenti anonimi per poi attaccarli a male parole?, non sarebbe meglio non pubblicarli e basta?" Le risponderà il mio Direttore.
      Ancora grazie a Lei per essere sempre presente. Buona serata

    • “Alla Dottoressa Bellini che stimo particolarmente vorrei chiedere: " Ma che senso ha pubblicare insulsi commenti anonimi per poi attaccarli a male parole?, non sarebbe meglio non pubblicarli e basta?"
      Gentile dotto Russo, non mi sembra di aver mai risposto a nessuno dei lettori, neanche al più maleducato, con "male parole" come dice lei. Perchè li pubblichiamo? Ho spiegato molte volte che siamo contrari alla censura, se davvero non sono gravissimi o offensivi nei confronti di terze persone noi pubblichiamo i commenti, ma se ci attaccano ci consentirà almeno di poter replicare, che dice? Grazie sempre per la sua attenzione.
      A presto

  • Gentile e graziosa Dottoressa, riallaciandomi alla mail dell’attento quanto basito mittente pubblicata stamane sul blog della testata da lei ottimamente rappresentata ,faccio presente che quelli che lui definisce blasonati magazine ottavianesi altro non sono che espressioni dell’attuale giunta ottavianese per cui, salvo qualche eccezzione ,sono impaginati con l’attenta supervisione di un rappresentante della stessa.Dove e’ l’opposizione ? Le rispondo subito.L ’opposizione o pseudo tale si prepara attraverso la costituzione di una joint partitica" Nusco/Sommese" a presentarsi alla provincia e al comune.(Il popolo Ottavianese li sta aspettando al varco)Ma non e’ finita c’e addirittura chi, dimenticando le disavventure comunali, si prepara ad una" pindarica" candidatura alla regione.Tanto premesso mi dice come questa amministrazione non possa non operare senza alcun controllo ?Convengo con lei sul fatto che tale questione debba necessariamente essere all’ordine del giorno del prossimo consiglio comunale dove chi di dovere dovra’necessariamente darne conto Nel ringraziarla per l’attenzione concessami le faccio I miei complimenti per la professionalita’ e l ’etica con la quale svolge il suo "certosino" lavoro

    • Il conte di Montecristo ha colpito e affondato....si preparano alla provincia alla regione e al comune no??sopratutto al comune: l’assessore di palma si appiccica con il sindaco perchè questo vorrebbe farlo fuori come assessore per un rimpasto di giunta, refilandogli il posto di presidente del consiglio, fuori anche torrà, che ormai rappresenta pisolo. ambrosio rimane tanto è come la caiazzo intoccabili perchè sembrano aver lavorato ed obbedito al padrone, vicesindaco diventa complicata mandarla a casa con il padre che per quei voti sembra avere in mano la poltrona del sindaco. ma qualcuno scalpita ancora: saggese è assetato e vuole di più, più ha e più vuole avere,mantiene alto il litigio con di palma e spesso se piglien a buff’.iovino vuole entrare in giunta, so curioso di sapè qual’è la delega. i gallettini consiglieri di maggioranza zombettano per la lista di contentini. sa quest’altra parte l’opposizione nun sap’ ke fin addafà: tra estinti come capasso ke non sa quale partito scegliere, perchè l’udc sembra farlo stare sulle spine perchè lo spirito è un pò ribelle e non può garantire eventuali appoggi a simonetti per la provincia, alla regione ci va marigliano?se nn scende a fa il sindaco un attimo un attimo con il gruppo dei cappottariani, mo verimm comm se metten e cos!nel frattempo posso approfittare per una segnalazione alla giornalista: dottorè a san gennarello stamm’ senza luce pubblica tutte le sere nun putit fa niente, no che dovete cambiare voi le lampadine, ma nuje a bullett a pavamm

    • La cosa giusta l’ha detta il sig. Mimmo Russo, ad ottaviano i magistrati vanno e vengono per le manifestazioni,che ha voluto dire?forse una cosa molto importante, ottaviano é il paese delle banane, si puo’ permettere tutto,vedremo ad iniziare da ecoambiente ecc. ecc.Sono intoccabili!

    • Gentile Lettore/trice, alquanto "infastidito/a" noto, dal mio articolo, Le comunico che i suoi commenti completamente fuori luogo ed offensivi alla mia persona non verranno convalidati e pertanto censurati, solo per un motivo: la mia professionalità, la mia educazione e la mia cultura, non mi permettono di poter usare le sue stesse espressioni verbali che riconosco con piacere appartenere ad un raro esempio da me conosciuto solo dai libri di Storia della Letteratura Italiana, una sorta di casta di villania, purtroppo alquanto lontana da me e dal mio giornale, ma con la quale ci complimentiamo per essere sopravvissuta allo sviluppo culturale. D’altronde i latini insegnano "Rustica progenies semper villana fuit". Ricordandole che rimango a sua completa disposizione Le auguro una buona serata. Dott.ssa Giovanna Salvati

    • IL GIORNALISTA FA SOLO IL SUO LAVORO..VA RISPETTATO COME QUELLO DEL POLITICO! MA AD OTTAVIANO SONO ABITUATII AD OFFENDERE, E TUTTO QUESTO E’ SCORRETTO. LA GIORNALISTA NON HA OFFESO O INSULTATO, INVECE HA PIU’ VOLTE SCRITTO CHE NON E’ "UNA PROCEDURA ILLEGALE MA PERMESSA DALLA LEGGE" E INVECE VOI INSULTATE...SE QUESTI COMMENTI SONO DEI NOSTRI AMMINISTRATORI PENSO CHE DAVVERO SIAMO ALLA FRUTTA, SE INVECE SONO DI CITTADINI, IMPARATE A LEGGERE.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.