Home > Cronaca > Somma Vesuviana. Incendio sul Monte Somma: le fiamme continuano a divorare (...)

Somma Vesuviana. Incendio sul Monte Somma: le fiamme continuano a divorare ettari di terra

lunedì 22 agosto 2011, di Giovanna Salvati


Somma Vesuviana /Ottaviano: Ancora fiamme, ancora paura e ancora una volta ettari di verde in fiamme. E’ in queste ore che il Monte Somma si è consumato sotto le alte fiamme che sono diramate dalle ore 16,30 di questo pomeriggio. Un incendio la cui natura rimane ancora da accertare. Se sia di origine dolosa o viceversa, non è al momento chiaro. Per ora la stima è alta: centinaia di ettari di terra sono stati sventrati, nonostante il tempestivo intervento degli elicotteri della forestale e vigili del fuoco per ore hanno cercato di domare le fiamme. Non è il primo e probabilmente non sarà nemmeno l’ultimo. E’ utile ricordare che la maggior parte degli incendi boschivi è causata da mano umana, a causa di comportamenti superficiali o, spesso purtroppo, dolosi e che la collaborazione dei cittadini può essere decisiva nel segnalare tempestivamente ai numeri di telefono d’emergenza 1515 o 115 anche le prime avvisaglie di un possibile incendio boschivo. La Campania purtroppo è la seconda regione in Italia per numero di incendi e superficie colpita: sono 389, secondo i dati forniti dal Corpo forestale dello Stato, nel periodo fra il 1° gennaio e il 10 agosto 2011, rispetto ai 486 della Puglia. Seguono la Sardegna (369), la Puglia (299), la Sicilia (272), la Toscana (261). La Puglia è la regione in cui si è registrata la più estesa superficie di boschi percorsa dal fuoco (2.020 ettari). Seguono la Sardegna (1.829), la Campania (914)e il Lazio (443). A livello nazionale, la superficie bruciata cresce del 41 per cento rispetto al 2010, mentre il numero di incendi aumenta del 66 per cento. Dal 1° gennaio al 10 agosto 2011 si sono verificati complessivamente 3.008 incendi. Rispetto allo stesso periodo del 2010 c’e’ stato un aumento del 66 per cento degli incendi boschivi e del 41 per cento della superficie totale percorsa dalle fiamme. Cresce anche la superficie di boschi andata in fumo rispetto a quella rilevata nello stesso periodo del precedente anno e quella non boscata, rispettivamente del 78 e del 17 per cento. Al numero di emergenza ambientale 1515, attivo tutti i giorni 24 ore su 24, al 10 agosto sono giunte oltre 188mila chiamate, oltre il 90 per cento delle quali sono state segnalazioni di incendi boschivi e richieste di soccorso.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.