Home > Politica > Poggiomarino. Venerdi consiglio comunale:nomine commissioni e capogruppi, (...)

Poggiomarino. Venerdi consiglio comunale:nomine commissioni e capogruppi, cresce l’attesa

domenica 28 agosto 2011, di Giovanna Salvati


Poggiomarino. Riprende a pieno ritmo l’attivitàamministrativa nella cittadina poggiomarinese dove è convocato per Venerdi 2settembre il secondo Consiglio Comunale, il primo dopo la pausa estiva. E’previsto per le ore 17,00, di prima convocazione, e, nel casodi mancanza o venir meno, nel corso della seduta, del numero legale, in secondaconvocazione per il giorno 3 settembre 2011, ore 18,00, presso il Centro CivicoPolivalente di Via XXV Aprile. All’ordine del giorno in primis l’ approvazione del verbaledella seduta consiliare del 4 luglio 2011, una serie di comunicazioni delSindaco e una serie di interrogazioni da parte della minoranza. Inoltre ci saràla presa d’atto della Costituzionedel Gruppo Consiliare del Pdl e della designazione del relativo Capogruppo. Inoltredurante l’assise pubblica ci saranno le elezioni per le Commissioni Consiliari Permanenti, PariOpportunità e Consulta Anziani. Infine unaserie di variazione al Bilancio di Previsione Esercizio Finanziario2011, e due riconoscimenti di debito fuori-bilancio. Un consiglio comunalesicuramente atteso soprattutto per la nomina del Capogruppo per la compagine diminoranza del Pdl, l’unico partito a non avere scelto il proprio rappresentatein consiglio. Una mancata decisione compatta tra i tre consiglieri FrancoCarillo, Vincenzo Vastola ed Antonio Calvanese o solo una scelta ponderata?Sicuramente nessuna rottura, come più volte gli stessi rappresentati del Pdlavevano smentito. Non ultimo il giovane Franco Carillo ago della bilanciaproprio per la fascia di capogruppo. Insomma Venerdi la scelta. (Metropolis 28 agosto 2011)

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.