Home > Politica > Somma Vesuviana, il sindaco Allocca istituisce una nuova commissione (...)

Somma Vesuviana, il sindaco Allocca istituisce una nuova commissione consiliare per l’opposizione

venerdì 2 settembre 2011, di La redazione


Dopo le recenti prestazioni dell’opposizione cittadina il sindaco Raffaele Allocca si è ancor di più intenerito. Così, dopo una lunga e faticosa trattativa con la sua maggioranza, il primo cittadino ha deciso di coinvolgere la minoranza affidandole una nuovissima commissione consiliare. Essa sarà costituita alla fine di settembre ed il suo nome sarà: “Commissione consiliare al Silenzio”. L’unico problema è sulla presidenza. Infatti mancherebbe l’accordo tra Pd ed Udc. I Democratici vorrebbero metterci Umberto Maione, mentre l’Udc Antonio Mocerino. Tra i due però potrebbe infilarsi Arturo Rianna, che i rumors danno di ritorno dalla ghiacciaia in cui si era rifugiato a causa del caldo di questi mesi. Resta fuori dai giochi Gennaro Aliperta . A lui mancherebbe il supporto della sinistra sommese che lo avrebbe addirittura ripudiato!. Il motivo della gogna non fa sorridere. Secondo una loro fonte Gennaro Aliperta avrebbe chiesto di proiettare l’ “armata Brancaleone” alla “Casa della sinistra” in occasione dell’arrivo a Somma Vesuviana di Tommaso Sodano e Luigi De Magistris (fine settembre prossimo, Villa Europa. No perditempo. No schiuma party). Purtroppo per lui i compagni avevano già deciso: Avanti tutta con i Puffi in 3D. Della commissione sicuramente non farà parte il consigliere Alfonso Auriemma. Lui è già presidente di quella alla Trasparenza che ha gestito in modo impeccabile. Infatti è così trasparente che nessuno se la vede o se ne ricorda. Luigi Aliperta (Udc) ha già reso noto che invece vuole essere della partita. L’unico paletto posto dal sindaco Raffaele Allocca per il suo ingresso è la questione delle citazioni. Infatti il premier cittadino accetterebbe di donare uno scranno ad Aliperta a condizione che quest’ultimo, due volte a settimana, gli legga gli aforismi che porta in genere nelle assise di Palazzo Torino. Aforismi che, a detta del primo cittadino, “fanno tanto divertire sia me che le verbalizzanti”. Gino Cimmino non si è ancora espresso. Da quando gira voce che sarà il prossimo candidato del centrosinistra nella cittadina sommese si è rinchiuso nella sua cameretta a giocare a Monopoly Disney. Anzi no, a detta del suo gatto avrebbe modificato un Risiko. Così si sa che al momento, dopo due mesi di partita contro se stesso, avrebbe conquistato via Roma(ex Čita), Via Misciò (ex Mongolia) e via Michele Troianiello(ex Ontario). Chi non è della partita è Pietro Allocca. Il segretario del Pd, dopo una stagione politica estenuante, tra riunioni, manifestazioni e proposte di legge non ha voluto giocare con Cimmino ed è ancora alle prese, armato di palette e secchielli, con la costruzione di un castello di sabbia su una spiaggia della Calabria Saudita (ex . Kamchatka per gli appassionati di Risiko).La commissione sarà però composta anche da elementi della maggioranza. Per i tre posti disponibili c’è stata una ressa incredibile e per questo il sindaco Raffaele Allocca ha deciso che metterà gli scranni a sorteggio. Nella lista sarebbe incluso anche Gino Pappalardo che da quando non partecipa più ai consigli comunali (in effetti solo da un paio d’anni) manca parecchio a maggioranza e ad opposizione.

Avviso ai lettori: Questa notizia non è reale ed è il frutto della fantasia della redazione. O forse no.

Messaggi

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.