Home > Cronaca > Ottaviano. Il sorteggio pubblico delle classi per garantire (...)

Ottaviano. Il sorteggio pubblico delle classi per garantire trasparenza

lunedì 12 settembre 2011, di Giovanna Salvati


Ottaviano. No al classismo e alla discriminazione, da oggi si cambia all’insegna della trasparenza. Questo lo slogan sintesi del sorteggio pubblico che si è tenuto nei giorni scorsi presso la scuola media E.D’Aosta – D’Annunzio, sorteggio per i componenti delle classi prime. Una novità per quell’istituto purtroppo finito nella rete delle critiche già negli anni precedenti: la scuola dell’elitè si, ma dove casi di bullismo dei figli di papà misero in ginocchio l’intero sistema didattico. Ma ora qualcosa sembra cambiare. Una normale procedura che per quell’istituto diventa la novità. A far respirare il cambiamento è la nuova Dirigente Scolastica. E’ decisa, tranquilla e soprattutto sicura che da oggi qualcosa in quella scuola cambierà davvero. E date le premesse qualcosa davvero sta cambiando? Le sorti degli alunni, del personale docente e dei genitori è nelle sue mani e si culla nei principi di trasparenza, legalità ed educazione permanente uguale per tutti e la professoressa MariaGrazia Gervini lo sa bene, cosi schivando raccomandazioni, segnalazioni e pregiudizi apre un nuovo capitolo scolastico nella cittadina di Ottaviano, un capitolo fatto si di impegno ma che suona forse più di tutti come sfida. Se è pur vero il proverbio “paese che vai usanza che trovi” la prof. Gervini è ben decisa a non distribuire in modo equo , esclusi ripetenti fratelli e diversamente abili per evitare disagi all’interno del gruppo classe e della stessa scuola, l’ eterogeneità interna alle classi ed omogeneità fra le classi garantita dall’individuazione di gruppi di alunni con "quozienti pedagogici" similari, attraverso il sorteggio. Lo fa in modo pubblico. Invita alunni e genitori e il via con una commissione ad hoc fa sorteggiare i nominativi da assegnare alle classi, e desunti dall’analisi delle schede compilate dalle docenti di scuola dell’infanzia ed inseriti in modo equo all’interno dell’urna. Gli occhi dei genitori sono increduli e nessuno, al termine del sorteggio va via deluso, viceversa, soddisfatti commentano e si complimentano con il personale docente. Per quest’anno le iscrizioni sono state 77 per il plesso della D’Annunzio e 132 per quello della D’Aosta
“Sono venuta in piena tranquillità, - spiega la dirigente scolastica - faccio il mio lavoro e con entusiasmo, ho le idee chiare e tutte finalizzate a creare un ambiente nuovo e pulito no discriminazione tra alunni genitori e docenti, lavorare attraverso la collaborazione. Il sorteggio trasparente, attraverso criteri valutati, scelti e condivisi, hanno dimostrato la limpidezza delle operazioni che tutti avete potuto costatare l’obiettivo sarà far risorgere la scuola d’elitè, punto di riferimento per la cittadina di Ottaviano, attraverso un immagine di serietà e professionalità adeguata alle esigenze di territorio ed uguale per tutti. Sono arrivata da pochi giorni, voglio valutare e di seguito operare, no classismo no alle discriminazioni, integrazione ed è giusto che ognuno di noi si impegni , ogni alunno ha la sua storia e devono crescere serenamente, figlio di papà, figlio disagiato o extracomunitario la scuola è come un a grande famiglia”.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.