Home > Politica > Ottaviano. Rimpasto di giunta: assessori tra gioie e dolori. Ecco le spine (...)

Ottaviano. Rimpasto di giunta: assessori tra gioie e dolori. Ecco le spine nel fianco di Iervolino

mercoledì 14 settembre 2011, di Giovanna Salvati


Ottaviano. Rimpasto in giunta: cui prodest? Terremoto politico o semplice vox populi non è ancora dato sapere, ma che la giunta capitanata dal primo cittadino Mario Iervolino non se la passi del tutto liscia sembra ormai certezza. Tanti gli interrogativi che da giorni assillano i corridoi della casa comunale, dove ormai dopo la pausa estiva tutti aspettano l’atteso e preannunciato rimpasto di giunta più volte profetizzato e sopratutto chiesto dalle stesse forze interne di maggioranza e minoranza. Insomma per dirla con assonanza "è giunta l’ora". Ebbene a scalciare nel grembo guidato dal tricolore Iervolino alcuni consiglieri di maggioranza non nuovi a piccole ribellioni politiche che remano per la poltrona dell’Assessore alla Cultura ricoperta da Ciro Torrà e quella dell’Assessore ai Lavori Pubblici con Michele Bianco. In bilico quella del vicesindaco Francesca Ambrosio e Nello Di Palma Assessore allo Sport, blindata invece quella dell’Assessore alle Politiche Giovanili MariaRosaria Caiazzo e quella di Luigi Ambrosio Assessore al bilancio. Un quadro alquanto frastagliato dove tra questi l’unico jolly sembra essere la poltrona del Presidente del Consiglio ricoperta ora da Giuseppe Saviano che potrebbe altrettanto subire variazioni. Ma procediamo con ordine. Premesso che il terremoto politico vede sfaldare la maggioranza in quota del sindaco, ovvero quella rappresentata dal Partito Democratico che ritorna al centro dell’attenzione, potrebbe però portare viceversa beneficio tra i banchi della minoranza. Le prime due deleghe a finire nel macinatoio sono proprio quelle dell’Assessore Torrà e dell’Assessore Bianco: il primo è finito più volte nel mirino delle critiche perché assente, il secondo viceversa per essere troppo presente. A sostituirli ancora nessuno, se non la richiesta da parte di qualche consigliere di maggioranza di optare per un pescaggio nella lista civica Solidarietà e Progresso o su per giù, lasciarsi consigliere da qualche rappresentante di questa che in consiglio comunale, crisi d’identità a parte, porta il nome di Lele Saggese, tutt’ora non convinto del passaggio nel Pd, almeno sino a quando il rimpasto non verrà fatto. A seguire la sua scia Gaetano Cutolo, quota Idv ma che sembra però aver collezionato una serie di picche dal tricolore che lo tiene per ora nel cassetto. Nessuna certezza sul nome di Nello Di Palma, che messo da parte il rapporto a volte conflittuale con il sindaco e qualche consigliere, sembra tenere in pugno l’intero esecutivo con la sua compatta fiducia elettorale più volte millantata dallo stesso. Sul vicesindaco tante perplessità che arrivano da lontano ma nessun atto concreto. E la minoranza? Se Atene piange Sparta non ride. Ancora una volta indecisa se essere assente o solo silente, non si pronuncia, non prende posizione se non quella di sedere tra i banchi di minoranza e non commenta, e nel frattempo perde componenti per strada. L’unico a beneficiare sembra Paolo Iovino, per il quale pronta potrebbe essere la promozione come Presidente del Consiglio. Completamente scomparso invece dalla minoranza il consigliere Francesco Villani,per lui solo il primo consiglio comunale e poi fantasma. Ma a fargli compagnia Luca Capasso, che per restare in tema di crisi d’identità sembra stia meditando passaggi nel partito udiccino o in alternativa Fli, nessuna certezza, se non quella di continue assenze alla vita politica e una lista di mancati accordi. Biagio Simonetti e Psquale Ciccarelli? Assenze giustificate e ogni tanto qualche intervento. L’unico insomma attaccato alla sua sedia e senza nessun timore è ancora una volta il sindaco Mario Iervolino: ma con quale giunta e sino a quando?

(Metropolis 14 Settembre 2011)

Messaggi

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.