Home > Politica > Somma Vesuviana, Lorenzo Metodio:"Costruiamo un nuovo centrosinistra nella (...)

Somma Vesuviana, Lorenzo Metodio:"Costruiamo un nuovo centrosinistra nella nostra cittadina"

sabato 17 settembre 2011


Somma Vesuviana. “La Festa della Sinistra potrebbe essere l’occasione per gettare le basi di un nuovo centrosinistra a Somma Vesuviana”. Lo sottolinea Lorenzo Metodio, giovane leader della sinistra sommese che cerca un trampolino di lancio per ricostruire un soggetto politico progressista al momento latente nel perimetro della cittadina ai piedi del Monte Somma. E così, partendo dal sottotitolo della festa (“A che serve tenere le mani pulite se poi le si tengono in tasca”, celeberrima frase di don Lorenzo Milani) si arriva ad una riflessione a 360gradi dell’attività politica che dovrà sviluppare la sinistra locale a due anni dalle prossime elezioni amministrative. “Abbiamo deciso di dare un profilo alto alla nostra iniziativa- spiega Metodio- per cercare di risvegliare le coscienze dei tanti che parteciperanno. La formula- prosegue l’ex segretario di Rifondazione- sarà quella di far in modo che le istanze arrivino dal basso. Per questo motivo avremo (sabato 24 settembre n.d.r.) interventi delle Mamme Vulcaniche, dei Comitati di base e l’intervento di un lavoratore precario di Pomigliano”. Storie diverse tra loro. Storie di piccole e grandi lotte quotidiane che saranno presentate alla platea durante il dibattito dal titolo “Costruiamo una generazione di buona politica” e nel quale interverranno tra glia altri Luisa Bossa, parlamentare Pd e Carmine Mocerino, consigliere regionale Udc. “Abbiamo vissuto, nel caso dei Comitati per i beni comuni, un’esperienza di buona politica” ammette Manuela Piccolo, responsabile della “Fabbrica di Nichi” “ed è per questo che vorremmo riproporre il modello di fronte alla platea che si presenterà all’evento”. Un evento che gli organizzatori promettono essere lontano dalla sterilità di certe feste politiche ridotte a sagre della porchetta. Altro punto toccato da Metodio è quello della situazione politica locale e dello stato comatoso in cui versa l’opposizione cittadina. “Stiamo cercando di riorganizzarci per essere presenti nel dibattito politico sommese. Da ottobre tenteremo di fare opposizione ad un’amministrazione di centrodestra che è lontanissima dal nostro modo di pensare e fare politica”. Il tutto senza contare però su Gennaro Aliperta, il consigliere di minoranza eletto nelle fila della Sinistra Arcobaleno, che non sembra rientrare nel progetto di questa “nuova sinistra”. “L’abbiamo coinvolto per questa manifestazione, ma non si è fatto vivo. Abbiamo cercato diverse volte un approccio con lui, ma non se n’è mai fatto nulla. A questo punto Gennaro Aliperta rappresenta se stesso o al limite i Verdi, ma non questa sinistra. Quindi, visto che è stato eletto anche con i nostri voti, lo invitiamo a dimettersi affinché il suo posto lo occupi un nostro rappresentante”. Di notevole interesse, oltre all’incontro con il sindaco Luigi De Magistris (venerdì 23 settembre ore 20,00, il primo cittadino partenopeo sarà intervistato dal giornalista Rai Luciano Scateni), anche la serie di dibattiti storiografici su i due grandi socialisti sommesi: Gaetano Arfé e Francesco De Martino (domenica 25 settembre ore 18,00). Per entrambi, secondo Metodio, “Somma ha dimenticato la loro opera e più in generale quella dei socialisti” (http://www.laprovinciaonline.info/spip.php?article3357). Il tutto tra esposizioni fotografiche, jazz, blues e gastronomia.

Messaggi

  • Il centrodestra si sta mangiando questo paese e l’unica cosa che riuscite a dire è che siete lontani dal loro modo di fare politica? ma perchè non vi date all’ippica! solo le feste potete fare!

    • Caro ex di sinistra,
      prendo il tuo rimprovero come un complimento dal momento che organizzare una festa della sinistra nel nostro territorio, in cui la sinistra è sempre stata minoritaria, è davvero complicato. Inoltre, voglio ricordare che la festa non rappresenta solo un momento di evasione, ma vuole essere soprattutto l’occasione per incontrare i cittadini con i quali vogliamo pensare e costruire insieme una alternativa politica a questa amministrazione. Per quanto riguarda il tuo invito a darci all’ippica sarei contento di conoscere il tuo impegno per questo nostro paese o sei tra coloro, tanti, che sono bravissimi a criticare ma in quanto ad impegno scarseggiano. Ti chiedo di avere rispetto per chi come il nostro gruppo, formato soprattutto da ragazzi e ragazze, ha deciso di impegnarsi con passione ed onestà per la propria città.
      Ultima cosa: essendo questo il resoconto della conferenza stampa in cui si presentava il programma della festa alcune cose non sono state riportate, immagino per motivi di brevità. Ma ti posso confermare che in quella come in altre occasioni abbiamo con forza denunciato i giochi di potere di questa amministrazione e il sistema clientelare che questi rappresentanti politici hanno diffuso. Così come abbimo fatto durante l’ennesima crisi idrica di quest’anno in cui abbiamo sottolineato l’ambiguo legame tra la GORI e questa amministrazione. Vogliamo fare opposizione a questo modo di intendere la politica e vogliamo costruire uno nuovo spazio in cui gli esempi di buona politica, di cittadinanza attiva, di movimenti dal basso siano rappresentati. Questo solo per amore della verità e per rispetto delle donne e degli uomini che quotidianamente, nonostante le innumerevoli delusioni, si impegnano e lavorano per costriure una politica che sia al servizio dei cittadini.
      Spero tu possa rivedere il tuo giudizio e salutandoti ti invito a partecipare alla nostra festa.
      Lorenzo Metodio

      Vedi on line : http://laprovinciaonline.info/spip....

    • Caro Lorenzo, quando noi facevano opposizione tu forse non eri ancora nato. Noi facevamo un opposizione dura con compagne e compagni pronti a scendere in piazza per mostrare la loro diversità. Qui viviamo ogni giorno gli abusi di un’amministrazione di incoscienti che regalano i soldi pubblici a parenti ed amici. E voi non proferite una parola. E’ facile parlare di acqua e spazzatura meno invece delle questioni ammnistrative. Io l’ultima volta per esempio ho votato Gennaro Aliperta. E vedi che fine ha fatto. Io avrei voluto vedere dei manifesti per la questione tangenti, per il blocco dei concorsi pubblici per il fatto che ad agosto ho vissuto in una città morta. Quando stavamo con la sezione a Margherita lottavamo contro tutto e tutti per affermare le nostre idee e per distinguerci da un’amministrazione che alla fine non ci rappresentava. E poi se Crescenzo De Falco abbandona, Gennaro Aliperta abbandona noi chi potremmo votare? Allora sai che ti dico. meglio starsene a casa! O andare all’ippodromo!

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.