Home > Cronaca > Palma Campania. Schianto in moto: muore 29enne di Domicella

Palma Campania. Schianto in moto: muore 29enne di Domicella

martedì 27 settembre 2011, di Giovanna Salvati


Palma Campania. Aveva appena 29 anni e da qualche giorno aveva iniziato a lavorare presso l’ufficio postale di Domicella al posto del padre. Da oggi in quell’ufficio però solo un fascio di rose ed un drappo nero per ricordarlo. Si chiamava Vincenzo Coppola e ieri la sua vita è stata spezzata da un incidente mortale. Era a bordo della sua moto, una Suzuki Nera di grossa cilindrata. I motori: la sua passione, che però gli è costata la vita. Si trovava all’incrocio di via Circumvallazione, quando per cause ancora da accertare, il giovane ha perso il controllo del suo veicolo e si è schiantato al suolo. Sull’asfalto macchie di sangue. Un normale pomeriggio per Vincenzo che si trovava su quel tratto stradale, in direzione San Paolo Belsito, un lunedi come tanti, ma che mai avrebbe creduto fosse l’ultimo. Era uscito dalla sua abitazione di Domicella, salutando il padre e la madre. Da qualche giorno aveva preso servizio nell’Ufficio Postale di Domicella: un lavoro che il giovane aveva guadagnato grazie al pensionamento del padre, che rinunciando a parte dei benefici Tfr, gli aveva permesso l’inserimento lavorativo dopo mesi di ricerche. E cosi ieri mattina, era uscito di casa per recarsi a lavoro. Una mattinata come le altre. L’ultima. Vincenzo era a bordo della sua moto, una Suzuki nera, cilindrata mille, ma arrivato all’incrocio di via Circumvallazione qualcosa non va per il verso giusto. La sua velocità cambia improvvisamente, il giovane perde il controllo della moto e inizia una rocambolesca giravolta su se stesso. E’ vano il tentativo di fermarla: più frena, più la moto continua a girare, sino a quando Vincenzo cade a terra. Nell’urto perde coscienza, batte la testa e riporta numerosi tagli lungo tutto il corpo. La moto si ferma a tre metri da lui. Saranno alcuni automobilisti ad avvertire il 118. I paramedici del pronto intervento sono i primi ad arrivare sul posto, con loro i carabinieri della locale stazione coordinati dal maresciallo Giuseppe Esposito. Parte la disperata corsa in ospedale. Vincenzo ha perso troppo sangue, arriva all’Ospedale “La Pietà di Nola” e le sue condizioni sono gravi. Si procede ad un primo intervento. Gli viene asportata la milza, le sue condizioni si aggravano. I medici dell’ospedale di Nola decidono allora il trasferimento immediato presso la struttura ospedaliera partenopea, “San Gennaro”. E’ qui che Vincenzo lotterà tra la vita e la morte invano. Saranno ora le indagini dei carabinieri a cercare di fare chiarezza sulla dinamica: alta velocità, qualcuno gli abbia tagliato la strada, tutte ipotesi che solo nelle prossime ore saranno chiarite, dai primi rilievi sembra che il giovane avesse il casco ma slacciato.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.