Home > Cronaca > Ottaviano. Fialette tossiche al Classico:tre ricoveri, denunciato un (...)

Ottaviano. Fialette tossiche al Classico:tre ricoveri, denunciato un 17enne

martedì 4 ottobre 2011, di Giovanna Salvati


Ottaviano. Fialette puzzolenti a scuola: giovane 17 enne denunciato, tre ragazze intossicate. Questo il triste ed umiliante bilancio che si è consumato ancora una volta tra le mura scolastiche, un atto vile ma che ieri ha visto punire un giovane 17enne di Ottaviano. Una abitudine, cattiva abitudine, una bravata per un bullo che puntualmente finisce per recare danno non solo ai poveri compagni di classe ma allo stesso autore del misfatto. Teatro di questo crudo episodio ancora una volta il Liceo Classico Armando Diaz. La solita fiala lanciata qualche minuto prima delle lezioni, l’odore nauseabondo che stona e prova schok,il ricovero di tre ragazze ma questa volta anche un denunciato. Il colpevole infatti, grazie all’aiuto delle telecamere e delle immagini che hanno ripreso l’intero episodio è stato denunciato ai carabinieri. E’ accaduto ieri nell’istituto di via F.F.S.S. Sono da poco passate le otto quando gli studenti fanno ingresso dal cancello principale. Pochi minuti per percorrere il corridoio del primo piano e recarsi nelle rispettive aule pronti a seguire le lezioni. Ma qualcosa sembra invece non andare per il verso giusto. Appena giunti in aula, uno strano odore sembra essere cosi forte da far allontanare i ragazzi dall’aula. Tutti escono di fretta nel panico totale. L’odore è troppo forte e sgradevole. Provano a sopportare ma non è possibile. Tre ragazze non riescono ad arrivare all’esterno e perdono i sensi. Saranno più tardi trasportate al pronto soccorso della Clinica Trusso e la diagnosi sarà quella di intossicazione. Le fialette infatti contenevano Nurol, un anestetico che viene di solito utilizzato per addormentare i cavalli. Per l’uomo, se respirato, come nel caso delle tre studentesse, la reazione più comune è quella di sonnolenza , lentezza dei movimenti e perdita dei sensi, ossia può danneggiare diversi sistemi del corpo. Ad alte concentrazioni paralizza il nervo olfattivo rendendo impossibile la percezione del suo sgradevole odore (uova marce) e può causare incoscienza nell’arco di pochi minuti, se a questo si pensa che vi è concentrata un’alta dose di ammoniaca che se respirata può causare problemi alle vie respiratorie e alla pelle. Insomma una vera e propria intossicazione. Tutti sintomi avvertiti che hanno cosi portato le tre giovani studentesse in ospedale. Un gioco che però si è rilevato tanto e troppo pericoloso per il giovane che è stato cosi punito. Sono state le immagine a circuito chiuso riprese che hanno permesso di inchiodare il colpevole. Una sequenza di frame inequivocabile: il ragazzo entra a scuola, lancia la fiala a terra e via verso l’esterno. Ma è il suo volto a finire cosi per essere riconosciuto dagli stessi docenti e denunciato ai carabinieri. Saranno gli uomini del maresciallo Domenico Iaccarino a fare irruzione nella scuola e denunciare il giovane minorenne. Il giovane, di appena 17 anni, ripetente e al quarto anno, è accusato di interruzione di pubblico servizio e getto di materiale pericoloso. Non è la prima volta che simili episodi si verificano nello stesso istituto ma questa volta il dirigente scolastico il professore Antonio Alvino grida “tolleranza zero”.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.