Home > Cronaca > Terzigno. Donna scomparsa: si lancia in un pozzo

Terzigno. Donna scomparsa: si lancia in un pozzo

venerdì 7 ottobre 2011, di Giovanna Salvati


Terzigno. Si era sentita abbandonata, sola e cosi aveva deciso di lanciarsi in un pozzo: salvata dall’intervento del marito che ne ha denunciato in tempo la scomparsa. Una storia di una donna ed il suo malessere, delle sue paure ma soprattutto dalla sua voglia di morire. Un mix di emozioni e pensieri che inevitabilmente che soffre di solitudine cerca di mettere fine attraverso il suicidio. Ma questa volta il suo desiderio è stato superato dall’amore. Lei, una donna di 43 anni erano mesi che soffriva di disturbi psichici. Non riusciva più a raccontarsi, ad individuare il suo malessere e soprattutto a riuscire a dominarlo. E cosi la scelta. A prenderla il convivente di 61anni. L’uomo operaio aveva cosi deciso di aiutarla, e a sostenerla in incontri teraupetici presso il Centro d’igiene mentale di Terzigno. Ogni giorno la donna provava a superare il suo male. Ma qualcosa continuava a non andare per il verso giusto, sino a mercoledì. Arrivata all’ingresso del centro che l’aveva in cura la la 43enne ha fatto finta di entrare. Qualche passo per illudere il marito che sarebbe stata tutto il giorno, come ormai faceva da mesi, li a trascorrere l’intera giornata. Ma poi appena l’uomo va via, lei si allontana. Il suo vagabondare inzia tra el strade cittadine. Percorre kilometri. I suoi passi e suoi problemi: le angosce e le paure, sino alla decisione di togiersi la vita. Arriva nei pressi del Flocco, zona limitrofa tra Terzigno e Poggiomarino. La sua attenzione viene attirata da un pozzo. Butta lo sguardo giù e poi la decisione: si lancia nel vuoto. Nel frattempo l’allarme. Ne parte una ricerca spietata dopo la denuncia di scomparsa fatta dal marito che preoccupata dell’assenza della moglie già da diverse ore ed insospettito dall’allontanamento dal centro clinico, decide di rivolgersi ai militari. Saranno i carabinieri della locale stazione ad avviare le ricerche. Le ricerche si protraggono per ore e solo in tarda serata la segnalzione. Le urla proveniente da un pozzo sono quelle della 43enne. La donna infatti, nonostante si fosse lanciata in un pozzo profondo 4 m era ancora cosciente. Sul posto l’arrivo dei carabinieri della locale stazione che riescono con una scala a tirarla fuori, affidata a personale sanitario del 118 la donna e’ ora fuori pericolo.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.