Home > Cronaca > Ottaviano. Ancora un successo per l’imprenditore ottavianese Paolo (...)

Ottaviano. Ancora un successo per l’imprenditore ottavianese Paolo Scudieri:acquisizione di un gruppo tedesco

sabato 8 ottobre 2011, di Giovanna Salvati


Ottaviano. L’acquisizione di un gruppo tedesco concorrente e la visita dell’ambasciatore canadese, nella sede storica della Adler Group a Ottaviano: questo il nuovo successo che porta la firma dell’imprenditore ottavianese Paolo Scudieri. Ha 51 anni, ingegnere meccanico, imprenditore si ma quello che più di tutti gli da lo stimolo per essere vincente è la passione per l’automobilismo. Due formule vincenti con le quali Scudieri continua a segnare trionfi. La sua vita è come un giro in auto: ogni giorno una pista diversa, ogni giorno una sfida nuova, difficoltà sempre inconsuete ma lo spirito sempre lo stesso, quello che ha portato ad ospitare nella sua natale città uno dei 58 stabilimenti che oggi si trovano in 18 paesi del mondo tra Europa e America. In pista Scudieri ci va, quella della vita, ma anche quelle che gli permettono di allenarsi a 200 all’ora, con l’adrenalina magnetica , per le gare del campionato rally Abarth. La sua azienda è ormai rinomata in ogni angolo del mondo: Adler infatti è il primo gruppo in Europa e secondo nel mondo della insonorizzazione delle auto, una passione ereditata ad appena 22anni, e fondata dal padre nel 1965 che vanta un fatturato di oltre 820milioni di euro e una collezione di 28 brevetti depositati su nuove produzioni a base di poliuretano. Cavaliere del lavoro, ex vicepresidente dell’Unione industriali di Napoli, proprio qualche giorno fa è stato nominato direttore del Centro studi e ricerche per il Mezzogiorno. Ma l’ultimo successo conquistato vede il controllo del gruppo tedesco Pelzer con l’acquisizione del pacchetto di maggioranza della società concorrente, grazie al supporto del Banco di Napoli. Pochi giorni fa, inoltre la decisione di concentrare in Quebec la ricerca di tutti i laboratori high-tech del continente, un altro passo avanti nell’avanzata verso la globalizzazione, piccoli step che hanno fatto di Scudieri il simbolo della qualità, della professionalità ma soprattutto della passione. Un beniamino locale, un uomo che ha saputo sfidare la propria terra e in essa continuare a costruire, ma forse più di tutti un esempio di come investire nelle proprie capacità senza mai abbandonare i propri, soprattutto se questi viaggiano a 200all’ora. La prossima settimana per lui un altro riconoscimento che riterà direttamente negli Stati Uniti

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.