Home > Politica > Somma Vesuviana, il Partito democratico: "Sindaco dimettiti"

Somma Vesuviana, il Partito democratico: "Sindaco dimettiti"

martedì 11 ottobre 2011


Somma Vesuviana. “Sindaco non arrecare ulteriori danni alla nostra città, dimettiti”. E’ quanto chiede il partito democratico a Raffaele Allocca, primo cittadino della cittadina sommese. Il partito di piazza Vittorio Emanuele III lo ha fatto in un durissimo manifesto comparso ieri per le strade della cittadina vesuviana. E così, dopo la discesa in campo della Sinistra per Somma, che domenica ha manifestato per la libertà di stampa, minacciata dall’amministrazione di centrodestra del sindaco Raffaele Allocca a colpi di querele e di attacchi consiliari, ora è la volta del Pd. Il documento in questione è composto da cinque punti. In primis viene posta la questione di un presunto caso di tangenti con al centro l’assessore all’Ambiente Raffaele Angri ed il figlio del sindaco Celeste Allocca. “La magistratura indagherà sulla veridicità della denuncia- recita il manifesto- ma resta il fatto gravissimo di un’accusa circostanziata proveniente da titolari di una ditta che facevano parte del suo entourage (uno dei titolari della ditta divenuta fiduciaria del Comune era stato candidato nelle liste che sostenevano il primo cittadino n.d.r.)”. Poi si passa al caso Iovine, la responsabile dell’ufficio tecnico dell’ente di palazzo Torino, a cui è stato revocato prima e riaffidato poi l’incarico che svolgeva all’ultimo piano di Palazzo Torino. “Ha estromesso su due piedi e senza chiarire i motivi, con un atto illegittimo, contraddittorio e illegale, un funzionario, salvo poi tornare sui suoi passi per timore di conseguenze civili e penali: una farsa che offende l’intelligenza dei cittadini” recitano i democratici. Gli altri tre punti poi riguardano la concessione “benevola” ad un bar di un pezzo di piazza Trivio, “che potrebbe- secondo il Pd- creare problemi di viabilità e sicurezza ai cittadini; l’annosa questione dell’ospizio di via Circumvallazione, il cavallo di battaglia della corsa alla poltrona a sindaco di Raffaele Allocca, “mai aperto e ceduto in comodato d’uso alla Provincia che dovrebbe farci una scuola” ed infine gli accordi, “presi in modo unilaterale dal primo cittadino- secondo i democratici- per il sito di compostaggio da impiantare nel territorio sommese “che accolga i rifiuti prodotti dai cinquecentomila cittadini dell’area vesuviana”. Per contro il premier cittadino Raffaele Allocca ha affidato la sua difesa ad un manifesto comparso, stranamente, in contemporanea a quello del Pd. Un documento che cita un vecchio proverbio italiano, modificato per l’occasione da Allocca:“Col tempo e con la paglia maturano le nespole e… le canaglie. Il tempo- prosegue il documento sul quale campeggia il simbolo del Pdl- è galantuomo”.

Messaggi

  • Adesso organizziamo un convegno e spieghiamo alla cittadinanza quello che questi signori stanno facendo alla nostra città!

  • Il nostro caro sindaco non ha nient’altro da fare ke scrivere ridicoli manifesti! Complimenti!Tanto c’è tempo (galantuomo) per i problemi di Somma!

  • A tutto ciò aggiungete l’aggressione subita dal sindaco l’altro ieri sotto al comune. Ormai la gente è esasperata dalle sue continue promesse e mancanze. E’ esasperata da una amministrazione che fa quello che vuole. Speriamo che la magistratura intervenga presto per chiarire una serie di questione che stanno mettendo in imbarazzo Somma Vesuviana

  • Supponiamo che il sindaco accogliesse la provocazione del PD e si dimettesse; l’alternativa sarebbe il PD? E di chi? Della segreteria provinciale dove Gino Cimmino, già consigliere pluri-assenteista dell’assise sommesse, sarebbe catapultato candidato sindaco, oppure di Enzo Romano, Crescenzo de Falco etc. che vorrebbero loro il sindaco, o ancora dei vecchi nostalgici, barricati, ancora, dall’altra parte del muro di Berlino? cari signori sarebbe la solita storia e, alla fine per non far vincere nessuno degli altri, il candidato sarebbe ancora il povero alfonso Auriemma che sta bene a tutti poichè non vincerebbe. E allora speriamo che allocca rimanga ancora, poichè così facendo si raggiungerebbe un doppio riisultato: 1) non dando una vera sterzata alla politica del PDL (amministrativo) e continuando così le cose, risulterebbe improponibile ai più; 2) il tempo servirebbe a tutti gli altri , e non solamente al PD, di organizzarsi alla meglio e quindi sarebbe, in tal caso, veramente galantuomo. taluno vi saluta

  • A proposito della vicenda Iovine, ma una persona che ha delle denunce o avvisi di garanzia o è persona informata sui fatti e vicende al vaglio della magistratura, pùò partecipare ad un concorso pubblico, dove è in ballo il posto di lavoro per il quale ella ha tali provvedimenti pendenti? Vorrei che qualcuno, del mestiere, ci delucidasse in merito. Non è che alla fine risulterebbe valida la formula "candidabile ma non eleggibile"? Grazie

    • Domanda sulla Iovine, una persona per provare concorsi pubblici deve essere maggiorenne e avere la cittadinanza italiana. Vedremo come va a finire. Per adesso, è stata la prima alla selezione Formez dando tutte risposte esatte, mentre tanti eccellenti hanno fatto figuracce terrbili e ora vanno per il paese sparlando del concorso per non ammettere di essere degli ignorantoni. Per il resto,mi chiedo può essere Presidente del Consiglio, e quindi avere in mano banche, televisioni, governo e l’intera cassaforte dello stato un pluipregiudicato che ha evitato decine di processi semplicemente cancellando per legge i suoi reati o mandandoli in prescrizione? E comunque condannato a pagare 500 milioni di euro per vicende di concussione, truffe, etc etc...????

    • Caro "sommese per bene",

      premetto che per me la Iovine é una persona eccellente e che solo da quando é arrivata lei all’utc ho potuto respirare e fare finalmente il mio lavoro:
      prima i cittadini se non passavano le forche caudine dei "soliti noti" potevano scordarsi di vedere le proprie pratiche approvate!

      La trasparenza della Iovine l’hanno quindi provata in primis i Cittadini, poi i Tecnici, le Forze dell’Ordine e i Magistrati che per anni e quasi quotidianamente Le hanno presidiato l’ ufficio.

      Ma :

      * DAVVERO NON INTERESSA A NESSUNO SAPERE PERCHE’ E’ STATA ALLONTANATA ?

      * NESSUN "Sommese per bene" VUOLE SAPERE PERCHE’ UNA PERSONA DEFINITA:

      "GARANTE DELLA LEGALITA’ (De Filippo) "
      "LABORIOSA, COMPETENTE E ONESTA" (nell’ultimo consiglio comunale)"

      VIENE ALLONTANATA ISTANTANEAMENTE DAL SUO UFFICIO ?

      * DAVVERO NON INTERESSA A NESSUNO CAPIRE PERCHE’ NON SI FANNO MAI I NOMI DEGLI ALTRI TECNICI : ARCH. MONICA D’AMORE E ARCH.ERRICO ELIANI ?

      * DAVVERO NON INTERESSA A NESSUNO SAPERE PERCHE’ LA GRANDE VERIFICA RICHIESTA A GRAN VOCE DAI CONSIGLIERI VEDA RICONFERMATI E PREMIATI I PIU’ DISCUSSI ASSESSORI E SI SOSTANZIA NELL’ATTACCO ALLA IOVINE ?

      Caro "sommese per bene", chi é "per bene" certe risposte le esige !

      Le risposte autentiche, vere, ti farebbero capire la gravità della situazione in cui ci troviamo e fin dove può arrivare la bassezza di certa gente.

      La partita é tutta in mano ai Magistrati : se sono condizionabili e malleabili allora archivieranno l’inarchiviabile e... matureranno le nespole...

      Ma se i Magistrati saranno fedeli al loro giuramento, le denunce andranno avanti; e allora non basteranno fasce tricolori, alamari e falsi documenti a tenerli fuori da Poggioreale !!!!!!!!

  • Non capisco come mai ogni volta che si parla della Iovine si mettono in mezzo Eliani e la D’Amore. Ogni dirigente lavora in un suo settore ed ognuno sara’ giudicato al momento opportuno. Quindi non capisco perché cercate sempre di sviare il discorso. Lasciate fuori dai giochi i cattivi rapporti tra le persone e giudicate la gente per il operato. noi aspettiamo sempre il Siad ed aspettiamo di capire perché hanno fatto una conferenza di servizio per un finanziatore della campagna elettorale del sindaco Allocca mentre per altri commercianti che ne avrebbero bisogno non e’ stato fatto niente! Rispondete sui fatti non sulle chiacchiere

    • bella questa ! prima si licenziano le persone perché "politicamente sgradite" (e avete avuto l’incredibile coraggio di scriverlo...) poi si invoca il giudizio di merito.

      rispondi alle domande se sei così bene informato, non fare chiacchiere !

      quando avete dato il permesso di occupare il suolo pubblico a leonessa ?

      chi lo ha dato ?

      vuoi altri spunti ?
      uno alla volta !

      rispondi e capiremo perché si fanno i nomi degli altri !

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.