Home > Attualità > Lezioni di italiano per i 50 rifugiati accolti a Pomigliano

Lezioni di italiano per i 50 rifugiati accolti a Pomigliano

venerdì 14 ottobre 2011, di Nicoletta Romano


DA METROPOLIS DEL 14 OTTOBRE

Task force contro l’emarginazione sociale. A distanza di due mesi dall’arrivo dei cinquanta rifugiati politici di origine sudafricana, la dirigenza scolastica dell’istituto comprensivo ‘Catullo’, in collaborazione con il Comune di Pomigliano d’Arco, si è attivata per organizzare un folto calendario di lezioni ai quali potranno avere accesso tutti i ragazzi che momentaneamente alloggiano all’hotel Valleverde. La scuola, presieduta dal dirigente scolastico Gennaro Pascale, in qualità di istituto presidio per la formazione degli adulti stranieri, attiverà dei corsi di prima alfabetizzazione personalizzati, che saranno tenuti da docenti anglofoni e francofoni. A partire dalla settimana prossima, i cinquanta immigrati potranno sostenere un test d’ingresso d’italiano che gli permetterà di avere accesso ai corsi di formazione personalizzata a seconda del livello di conoscenza maturato in questi due mesi di permanenza. Al termine dei corsi i ragazzi avranno accesso a degli esami di certificazione che permetteranno loro di ottenere un riconoscimento fondamentale per l’ottenimento, futuro, del permesso di soggiorno. Alle lezioni, che si terranno durante tutti i giorni lavorativi, potranno partecipare anche le decine di volontari che fino ad oggi hanno impartito lezioni d’italiano agli ‘amici’ provenienti dall’Africa. “L’amministrazione comunale si sta impegnando per capire quali sono le necessità dei ragazzi – ha precisato l’assessore alla Pubblica istruzione, Pasquale Lauri – cercheremo, ascoltando le loro richieste, di puntare sulle loro capacità e di individuare le loro passioni. Sfrutteremo le potenzialità del territorio per favorire l’integrazione e per coinvolgere i ragazzi grazie alle iniziative solidali messe in campo dall’associazionismo locale”. In collaborazione, anche, con l’assessorato ai Servizi sociali, retto da Leonilde Colombrino, il Comune cercherà di organizzare delle attività sportive sfruttando la polisportiva comunale ed anche la partecipazione della squadra sportiva “Pomigliano Calcio”.
Nicoletta Romano

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.