Home > Cultura > ‘LA TECNOLOGIA DIGITALE PER IL VOLONTARIATO E L’INCLUSIONE SOCIALE’

Il 26 ottobre convegno presso Università Di Salerno

‘LA TECNOLOGIA DIGITALE PER IL VOLONTARIATO E L’INCLUSIONE SOCIALE’

E’ un’importante occasione per le associazioni di volontariato di rendersi conto della realtà del Banco Informatico e conoscere le modalità e i vantaggi concreti che tale servizio può portare alle associazioni e al mondo del terzo settore.

domenica 16 ottobre 2011, di Mauro Romano


Il Centro ICT (Information and Communication Technology) di Ateneo e il Banco Informatico, Tecnologico e Biomedico(BITeB), in collaborazione con Techsoup Italia, con la partecipazione dei cinque Centri Servizi per il Volontariato provinciali e della Caritas Regione Campania, presentano
‘LA TECNOLOGIA DIGITALE PER IL VOLONTARIATO E L’INCLUSIONE SOCIALE’.

Mercoledì 26 ottobre, alle ore 16.30, l’Aula Magna dell’Università di Salerno ospiterà l’incontro - dibattito dedicato all’utilizzo delle tecnologie informatiche a supporto del no-profit in Italia e all’estero.
Il Centro ICT d’Ateneo, nella sua mission di promotore della cultura della comunicazione e dell’informazione, incontra importanti realtà italiane impegnate da tempo nella diffusione sociale delle tecnologie informatiche.

Il Banco Informatico, Tecnologico e Biomedico (BITeB) nasce con l’intento di combattere lo spreco tecnologico e il digital divide. La sua Divisione Informatica raccoglie personal computer, monitor e stampanti usati, ma ancora funzionanti, per ridistribuirli in tutte le realtà operanti nel sociale. Per favorire lo sviluppo della capacità tecnologica delle organizzazioni no-profit, anche la più recente divisione del BITeB, Techsoup Italia, destina alle stesse la donazione di software e apparecchiature informatiche (route, switch, ect.) prodotti da importanti aziende leader.

L’incontro, che si inserisce nell’ambito del progetto ‘La tecnologia digitale per il volontariato e l’inclusione sociale’, finanziato dalla UE nell’Anno del Volontariato, ha lo scopo di informare le associazioni campane sui servizi e sulle attività offerti dal BITeB, e di favorire un confronto diretto tra il mondoVolontariato, ha lo scopo di informare le associazioni campane sui servizi e sulle attività offerti dal BITeB, e di favorire un confronto diretto tra il mondo del volontariato e quello delle istituzioni impegnate nel settore.

Il dibattito, cui partecipano tutti i CSV campani e la Caritas Regione Campania, ospiterà anche la testimonianza di Cantiere Giovani, che ha già ricevuto apparecchiature informatiche da BITeB e Techsoup. La onlus campana è l’unica in Italia con il BITeB ad essere stata scelta come flagship project dall’UE, per l’Anno europeo del Volontariato.

Un’importante occasione per far conoscere l’universo delle associazioni di volontariato che quotidianamente contribuisce al miglioramento della qualità della vita del nostro territorio.

PROGRAMMA

• INTRODUCE E COORDINA I LAVORI:
Gianni Colucci
Il Mattino

• SALUTI:
Raimondo Pasquino
Magnifico Rettore Università di Salerno
Gennaro Castaldi
Portavoce Regionale CSV
Don Vincenzo Federico
Delegato Regionale Caritas Campania

• INTERVENGONO:
Chiara Ferrari
BITeB - Referente Progetto Techsoup Italia
Paolo Galandra
BITeB - Relazioni Esterne
Massimo De Santo
Direttore Centro ICT di Ateneo
• TESTIMONIAL:
Pasquale Costanzo
Cantiere Giovani – Frattamaggiore (Na)
Il dibattito sarà trasmesso in diretta streaming audio e video da Unis@und e disponibile successivamente in versione podcast sul sito della webradio.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.